Esperimento del neutrino di Cowan e Reines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'esperimento del neutrino, detto anche esperimento di Cowan-Reines dal nome dei due scienziati Clyde Cowan e Frederick Reines che lo misero a punto nel 1956, confermò l'esistenza dell'antineutrino, una particella subatomica con carica elettrica nulla e massa molto piccola.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Negli anni '30, attraverso lo studio del decadimento beta, era diventato evidente che doveva esistere una particella con massa quasi nulla e senza carica elettrica che non era mai stata osservata fino a quel momento.

Questa evidenza nasceva dall'osservazione dello spettro continuo dell'energia cinetica e dell'impulso dell'elettrone emesso nel decadimento beta. Se si vuole mantenere valido il principio di conservazione dell'energia, l'unico modo perché quello spettro continuo potesse essere spiegato è che insieme all'elettrone venisse prodotta ed emessa una terza particella.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]