Domenico Trezzini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Domenico Trezzini (Astano, 1670San Pietroburgo, 19 febbraio 1734) fu un architetto e urbanista svizzero.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel Canton Ticino, Domenico Trezzini si formò a Roma. Fu chiamato nel 1703 a San Pietroburgo dallo zar Pietro il Grande (1682-1725) e incaricato insieme all'architetto francese Jean-Baptiste Alexandre Le Blond di elaborare i piani generali della nuova capitale dell'Impero. In qualità di supervisore e progettista, pianificò e realizzò una serie di interventi, caratterizzati da uno stile barocco, il cosiddetto barocco petrino, sobrio e razionale di carattere occidentale. Molto stimato per l'opera prestata alla corte dello zar, disegnò e realizzò, tra l'altro, una serie di modelli abitativi per differenti classi sociali.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ugo Donati, Malcantonesi in Russia, "Almanacco Malcantonese e bassa Valle del Vedeggio", 1944, 22-25.
  • Valentin Gitermann, Geschichte Russlands, ed. Athenäum, Frankfurt am Main 1944-1949.
  • Luigi Simona, Artisti malcantonesi in Danimarca e altrove, "Almanacco Malcanonese e bassa Valle del Vedeggio", 1948, 25-27.
  • Giuseppe Ehret, L'attività degli architetti Trezzini a San Pietroburgo. 1705-1757, BSSI, Bellinzona 1953.
  • Virgilio Chiesa, L'arch. Pietro Antonio Trezzini non è figlio di Domenico. Un errore da rettificare, "BSSI", Bellinzona 1962, 38-41.
  • Aldo Crivelli, Artisti ticinesi in Russia. Catalogo critico, Locarno, Unione delle Banche Svizzere, 1966.
  • Richard Pipes, Russia unter the old Regime, ed. Weidenfeld & Nicholson, London 1974.
  • Victor Antonov, Capomastri italiani a Pietroburgo nel Settecento, in "Bollettino storico della Svizzera italiana", Bellinzona 1978, 164-173; Id., Decoratori ticinesi a Mosca, BSSI, 1981, 158-167.
  • Jurij Ovsyannikov, Dominiko Trezini, Leningrad, 1987.
  • Lars Elgklou, Tsarernas Ryssland, ed. Larswera, AB, Lars Elgkluo 1989.
  • M. Allenov, N. Dimitrieva, O. Medvedkova, L'Art Russe, ed Citadelles, Paris 1991.
  • Ettore Lo Gatto, Gli Artisti italiani in Russia, vol. I, Gli architetti a Mosca e nelle province, ed. Libri Schewiller, Milano 1990; Id., vol. II, Gli architetti del secolo XVIII a Pietroburgo e nelle tenute imperiali, Scheiwiller, Milano 1993; Id., vol. IV Scultura, pittura, decorazione e arti minori, Scheiwiller, Milano 1991.
  • William C. Brumfield, A History of Russian Architecture, ed. Cambridge University Press 1993.
  • Grazia Koellner, Bibliografia dell'emigrazione artistica malcantonese a San Pietroburgo, Caslano 1993.
  • AA. VV., Domenico Trezzini e la costruzione di San Pietroburgo, Catalogo della mostra, Lugano 1994.
  • Bernardino Croci Maspoli-Giancarlo Zappa (a cura di), Le maestranze artistiche malcantonesi in Russia dal XVII al XX secolo, ed Octavo, Firenze 1994.
  • Giampiero Cuppini (a cura di), Gli architetti italiani a San Pietroburgo, ed. Consorzio Università - Città di Bologna, 1996.
  • A. Mario Redaelli, Pia Todorovic (a cura di), Quaderni La Ricerca, serie I-VI, ed. ERL, Montagnola, 1997-1999.
  • Licia Carubelli, Presenze intelvesi nella vita artistica cremasca: fonti e documenti, in «Arte Lombarda», 2006, 247, 255.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 27869228 LCCN: n85255195