Diocesi di Springfield in Illinois

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Springfield in Illinois
Dioecesis Campifontis in Illinois
Chiesa latina
Catholic cathedral of Springfield in Illinois.jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Chicago
Regione ecclesiastica VII (IL, IN, WI)
Roman Catholic Diocese of Springfield in Illinois.svg Diocese of Springfield (Illinois - USA).jpg
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo Thomas John Joseph Paprocki
Vescovi emeriti Daniel Leo Ryan
Sacerdoti 157 di cui 104 secolari e 53 regolari
1.054 battezzati per sacerdote
Religiosi 95 uomini, 525 donne
Diaconi 36 permanenti
Abitanti 1.187.100
Battezzati 165.548 (13,9% del totale)
Superficie 39.195 km² negli Stati Uniti d'America
Parrocchie 131
Erezione 29 luglio 1853
Rito romano
Cattedrale Immacolata Concezione
Indirizzo P.O. Box 3187, 1615 W. Washington St., Springfield, IL 62708-3187
Sito web www.dio.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica negli Stati Uniti d'America

La diocesi di Springfield in Illinois (in latino: Dioecesis Campifontis in Illinois) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Chicago appartenente alla regione ecclesiastica VII (IL, IN, WI). Nel 2010 contava 165.548 battezzati su 1.187.100 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Thomas John Joseph Paprocki.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende le seguenti contee dello stato statunitense dell'Illinois: Adams, Bond, Brown, Calhoun, Cass, Christian, Clark, Coles, Crawford, Cumberland, Douglas, Edgar, Effingham, Fayette, Greene, Jasper, Jersey, Macon, Macoupin, Madison, Menard, Montgomery, Morgan, Moultrie, Pike, Sangamon, Scott e Shelby.

Sede vescovile è la città di Springfield, dove si trova la cattedrale dell'Immacolata Concezione (Cathedral of the Immaculate Conception). A Alton si trova l'ex cattedrale dei Santi Pietro e Paolo ("The Old Cathedral" Saint Peter and Paul Church).

Il territorio è suddiviso in 131 parrocchie, raggruppate in sette decanati: Alton, Decatur, Effingham, Jacksonville, Litchfield, Quincy e Springfield.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Quincy fu eretta il 29 luglio 1853, ricavandone il territorio dalla diocesi di Chicago. In origine comprendeva la parte centro meridionale dell'Illinois. Joseph Melcher, vicario generale dell'arcidiocesi di Saint Louis, fu nominato primo vescovo della nuova sede; ma questi non accettò la nomina e la sede rimase vacante.

Il 9 gennaio 1857 fu deciso il trasferimento della sede vescovile da Quincy a Alton, città posta in una regione con una presenza cattolica molto più numerosa rispetto a Quincy; e contestualmente la diocesi assunse il nome di diocesi di Alton.

In questa occasione fu nominato il primo vescovo, originario della Lorena in Francia, Henry Damian Juncker, che era parroco nell'Ohio. La sua prima preoccupazione fu di intraprendere una visita pastorale della diocesi, che contava all'epoca cinquantotto chiese, trenta missioni e ventotto preti. Alla sua attività si deve la fondazione del seminario e l'apertura di diverse comunità religiose. A Juncker succedette Peter Joseph Baltes, di origini tedesche, il quale, in ottemperanza alle decisioni del sinodo di Baltimora, dotò tutte le parrocchie con un numero sufficiente di bambini di scuole parrocchiali, costruite in mattoni, per evitare eventuali distruzioni causate da incendi.

Alla sua morte la diocesi rimase vacante per due anni, durante i quali fu governata dal vicario John Janssen. In questo periodo di vacanza della sede, per l'incremento della popolazione cattolica dello Stato, fu decisa la divisione della diocesi di Alton in due; la parte meridionale fu eretta a diocesi, il 7 gennaio 1887, con il nome di diocesi di Belleville; John Janssen divenne il primo vescovo della nuova diocesi.

Nel 1888 fu nominato il terzo vescovo di Alton, l'irlandese James Ryan, che nel 1889 convocò il primo sinodo diocesano, che decise l'adeguamento dei regolamenti diocesani alle normative stabilite dai concili generali di Baltimora; la costruzione di nuove chiese e nuove scuole parrocchiali; una normativa per il comportamento dei sacerdoti. Durante il lungo episcopato di Ryan l'Illinois accolse un alto numero di immigrati provenienti dall'Europa, la maggioranza dei quali era di fede cattolica; essi si concentrarono nella parte centrale della diocesi, in cui finora molto scarsa era stata la presenza cattolica. Ryan fu il primo a stabilire una pastorale rispettosa delle diverse culture e delle diverse lingue parlate dai suoi fedeli.

Proprio questi cambiamenti e l'aumento della popolazione cattolica distribuita più uniformemente su tutto il territorio diocesano determinarono la Santa Sede a spostare ancora una volta, il 26 ottobre 1923, la sede episcopale da Alton a Springfield, capitale dell'Illinois, in posizione più centrale; contestualmente la diocesi assunse il nome attuale. Nello stesso anno fu nominato il nuovo vescovo, James Aloysius Griffin, il primo nato in territorio statunitense; a lui si deve la costruzione della nuova cattedrale, inaugurata il 14 ottobre 1928.

Nel 1995 le antiche sedi di Quincy e di Alton sono diventate sedi vescovili titolari.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Sede vacante (1853-1857)
  • Henry Damian Juncker † (9 gennaio 1857 - 2 ottobre 1868 deceduto)
  • Peter Joseph Baltes † (24 settembre 1869 - 15 febbraio 1886 deceduto)
  • James Ryan † (28 febbraio 1888 - 2 luglio 1923 deceduto)
  • James Aloysius Griffin † (10 novembre 1923 - 5 agosto 1948 deceduto)
  • William Aloysius O'Connor † (17 dicembre 1948 - 22 luglio 1975 dimesso)
  • Joseph Alphonse McNicholas † (22 luglio 1975 - 17 aprile 1983 deceduto)
  • Daniel Leo Ryan (22 novembre 1983 - 19 ottobre 1999 dimesso)
  • George Joseph Lucas (19 ottobre 1999 - 3 giugno 2009 nominato arcivescovo di Omaha)
  • Thomas John Joseph Paprocki, dal 20 aprile 2010

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 1.187.100 persone contava 165.548 battezzati, corrispondenti al 13,9% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 110.303 934.975 11,8 352 228 124 313 198 1.145 176
1966 176.949 1.043.224 17,0 373 242 131 474 216 1.236 183
1970 187.249 1.043.224 17,9 292 198 94 641 155 1.082 144
1976 182.758 1.091.191 16,7 252 165 87 725 133 984 181
1980 184.023 1.123.000 16,4 260 168 92 707 156 988 180
1990 178.108 1.224.000 14,6 222 146 76 802 104 824 172
1999 163.713 1.106.124 14,8 207 145 62 790 2 19 700 165
2000 169.769 1.129.814 15,0 198 132 66 857 2 101 611 164
2001 175.474 1.142.630 15,4 169 107 62 1.038 4 117 830 164
2002 169.735 1.142.630 14,9 171 108 63 992 7 110 503 162
2003 177.973 1.142.630 15,6 185 129 56 962 4 99 666 160
2004 161.325 1.106.124 14,6 178 119 59 906 5 90 563 156
2009 164.000 1.176.000 13,9 157 105 52 1.044 23 94 567 131
2010 165.548 1.187.100 13,9 157 104 53 1.054 36 95 525 131

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi