Diocesi di Cesaropoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cesaropoli
Sede vescovile titolare
Dioecesis Caesaropolitana
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Cesaropoli
Mappa della diocesi civile di Macedonia (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita XVII secolo
Stato Grecia
Diocesi soppressa di Cesaropoli
Suffraganea di Filippi
Eretta  ?
Soppressa  ?
Dati dall'annuario pontificio
Lista delle sedi titolari della Chiesa cattolica

La diocesi di Cesaropoli (in latino: Dioecesis Caesaropolitana) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Cesaropoli, identificabile con Sardi in Grecia, è un'antica sede vescovile della provincia romana della Macedonia Seconda nella diocesi civile omonima, suffraganea dell'arcidiocesi di Filippi.

Nessun vescovo è conosciuto dalle fonti; la sede è menzionata tra le diocesi suffraganee di Filippi nella Notitia Episcopatuum attribuita all'imperatore Leone VI e databile all'inizio X secolo.[1]. La diocesi venne probabilmente eretta poco prima.

Oggi Cesaropoli sopravvive come sede vescovile titolare; la sede è vacante dal 14 marzo 1990.

Cronotassi dei vescovi titolari[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Heinrich Gelzer, Ungedruckte und ungenügend veröffentlichte Texte der Notitiae episcopatuum, in: Abhandlungen der philosophisch-historische classe der bayerische Akademie der Wissenschaften, 1901, p. 558, nº 600.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi