Diocesi di Calinda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Calinda
Sede vescovile titolare
Dioecesis Calyndensis
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Calinda
Mappa della diocesi civile di Asia (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita XIX secolo
Stato Turchia
Diocesi soppressa di Calinda
Suffraganea di Mira
Eretta  ?
Soppressa  ?
Dati dall'annuario pontificio
Lista delle sedi titolari della Chiesa cattolica

La diocesi di Calinda (in latino: Dioecesis Calyndensis) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Calinda, identificabile con Ithisar nell'odierna Turchia, è un'antica sede episcopale della provincia romana di Licia nella diocesi civile di Asia. Faceva parte del patriarcato di Costantinopoli ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Mira.

Di questa diocesi è noto un solo vescovo, Leonzio; gli atti del sinodo provinciale del 458, convocato in seguito alla morte di Proterio di Alessandria, furono firmati, in sua vece, dal presbitero Timasio.

Oggi Calinda sopravvive come sede vescovile titolare; la sede è vacante dal 4 giugno 1971.

Cronotassi dei vescovi greci[modifica | modifica wikitesto]

  • Leonzio † (menzionato nel 458)

Cronotassi dei vescovi titolari[modifica | modifica wikitesto]

  • Alexandre Berlioz, M.E.P. † (24 aprile 1891 - 15 giugno 1891 nominato vescovo di Hakodate)
  • Augustin-François Baslé, M.E.P. † (15 dicembre 1905 - 2 giugno 1910 succeduto vescovo di Mysore)
  • Adolfo Verrienti † (23 giugno 1910 - 15 gennaio 1932 deceduto)
  • Francesco De Pietro † (28 gennaio 1932 - 22 gennaio 1934 deceduto)
  • William David O'Brien † (10 febbraio 1934 - 19 febbraio 1962 deceduto)
  • Warren Louis Boudreaux † (19 maggio 1962 - 4 giugno 1971 nominato vescovo di Beaumont)

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi