Die Abenteuer eines Zehnmarkscheines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Die Abenteuer eines Zehnmarkscheines
Titolo originale Die Abenteuer eines Zehnmarkscheines
Lingua originale tedesco
Paese di produzione Germania
Anno 1926
Durata 60 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia Berthold Viertel

Herbert Selpin (aiuto regista)

Sceneggiatura Béla Balázs
Produttore Karl Freund
Casa di produzione Deutsche Vereins-Film AG (Defa-Deutsche Fox)
Fotografia Robert Baberske e Helmar Lerski
Musiche Giuseppe Becce
Scenografia Robert Basilice e Walter Reimann
Interpreti e personaggi

Die Abenteuer eines Zehnmarkscheines è un film muto del 1926 diretto da Berthold Viertel. In Germania, fu titolato anche con il titolo lungo K. 13513 - Die Abenteuer eines Zehnmarkscheins, che si riferisce al numero progressivo stampato su un biglietto di banca.

Il film di Viertel, sceneggiato da Béla Balázs e prodotto da Karl Freund, fa parte di un movimento artistico nato nella Germania del primo dopoguerra, la Nuova oggettività (in tedesco "Neue Sachlichkeit"), che coinvolse soprattutto la pittura ma anche le altri arti, tra le quali il cinema, dove venne detta anche "Nuovo realismo".

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anna, dopo la sua prima settimana di lavoro, riceve il primo stipendio, una banconota da dieci marchi segnata con il numero K 13513. Andreas segna il biglietto con una croce e Anna lo consegna a sua madre che lo nasconde tra le pagine della bibbia. Robert, il fratello di Anna, ruba alla madre e si compera con il denaro un coltello che lo farà diventare un assassino.

La madre, sconvolta, tenta di suicidarsi e Anna perde il lavoro. A causa delle sue precarie condizioni finanziarie, la ragazza chiede aiuto al suo direttore, Haniel, ma ben presto si rende conto delle vere intenzioni dell'uomo nei suoi confronti. Fugge via e corre da Andreas che, per recuperare i mobili di casa che sono stati sequestrati, ha venduto la bicicletta.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Deutsche Vereins-Film AG (Defa-Deutsche Fox) e dalla (Fox Europa Film Produktion) (Berlin). Venne girato nell'agosto e nel settembre 1926[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Deutsche Vereins-Film AG (Defa-Deutsche Fox), uscì nelle sale cinematografiche tedesche dopo essere stato presentato in prima al Kurfürstendamm di Berlino il 28 ottobre 1926[2][3].

Considerato durante il nazismo "arte degenerata", non si conoscono copie ancora esistenti della pellicola.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IMDb business
  2. ^ IMDb release info
  3. ^ Film Portal

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema