La congiura dei Valois

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Der junge Medardus)
La congiura dei Valois
Titolo originale Der junge Medardus
Lingua originale tedesco
Paese di produzione Austria
Anno 1923
Durata 105 min (3.400 metri)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia Mihaly Kertész (Michael Curtiz)

Arthur Gottlein (aiuto regia)

Soggetto dal lavoro teatrale Der junge Medardus (1910) di Arthur Schnitzler
Sceneggiatura Ladislaus Vajda
Produttore Arnold Pressburger
Casa di produzione Sascha-Film
Fotografia Gustav Ucicky e Eduard von Borsody (con il nome Eduard Borsody)
Scenografia Artur Berger e Julius von Borsody (con il nome Julius Borsody)
Interpreti e personaggi

La congiura dei Valois, meglio noto col titolo alternativo Il giovane Medardo (Der junge Medardus) è un film muto del 1923 diretto da Michael Curtiz. Assieme a Sodom und Gomorrha del 1922, è uno dei pochi film ancora esistenti del periodo europeo di Curtiz prima del suo periodo hollywoodiano.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1809, con Napoleone alle porte di Vienna, il duca di Valois, pretendente al trono di Francia ed esiliato in Austria, complotta contro l'imperatore "usurpatore". Franz, figlio del duca, è innamorato di Agathe Klähr: chiede al padre il consenso al matrimonio ma Valois glielo rifiuta. Disperati, i due giovani innamorati si suicidano. Il fratello di Agathe, Medardus, seduce allora Helene, la figlia di Valois, volendo usarla come arma di vendetta contro la famiglia del duca. Le truppe di Napoleone entrano a Vienna. La città è in fiamme e Helene incita Medardus a uccidere Napoleone.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Sascha-Film.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film uscì nelle sale cinematografiche austriache il 5 ottobre 1923, presentato in prima a Vienna[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Film Portal

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema