Davide Saverino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Davide Saverino
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Squadre di club1
1995-1996 Varese Varese 4 (1)
1996-1997 Sanvitese Sanvitese 13 (0)
1997 Varese Varese 8 (0)
1997-1998 Verbania Verbania 30 (3)
1998-2001 Varese Varese 78 (17)
2001-2004 Livorno Livorno 74 (9)
2004-2005 Unione Venezia Venezia 11 (1)
2005 Chieti Chieti 10 (1)
2005-2008 Spezia Spezia 78 (12)
2008 Ascoli Ascoli 14 (4)
2008-2009 Cremonese Cremonese 31 (6)
2009-2011 Reggiana Reggiana 53 (5)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Davide Saverino (Milano, 29 gennaio 1977) è un calciatore italiano, centrocampista svincolato.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Coinvolto nel calcioscommesse, il 31 gennaio 2012 dopo il ricorso al TNAS gli viene confermata la squalifica di 3 anni.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito in Serie B il 14 settembre 2002, in occasione dell'incontro tra Hellas Verona e Livorno, vinto dagli ospiti per 1-0. Non ha mai giocato in Serie A[1].

Nel 2006 è stato tra i protagonisti della promozione nella serie cadetta dello Spezia, specie nella parte finale della stagione, risultando tra i giocatori più carismatici della squadra ed un idolo per i tifosi della curva ferrovia.

Nel 2006-2007 ha segnato 7 reti, due delle quali su azione, con tiri da fuori. Saverino ha segnato anche la rete del pareggio su rigore contro l'Hellas Verona nella sfida di andata dei play-out di serie B.

Nel gennaio 2008 è passato in prestito all'Ascoli. La società marchigiana aveva un'opzione di riscatto per il giocatore, ma non la esercitò, questo perché d'accordo con il giocatore, che avrebbe comunque vestito i colori bianconeri anche nella stagione successiva.

A luglio, dopo una trattativa burrscosa, il giocatore è passato alla Cremonese, voluto dal mister Ivo Iaconi. In una nota il suo procuratore si è scusato pubblicamente (vedi "tuttomercatoweb") per il comportamento del suo assisistito, che si era rifiutato di firmare il contratto discusso con l'Ascoli, tergiversando ed accasandosi così alla Cremonese. L'Ascoli, che si era fidato della parola del giocatore, non ha rilasciato commenti ufficiali, ma il gesto pare non avere lasciato un bel ricordo nella memoria dei sostenitori piceni.

Il 31 agosto 2009 Saverino passa a titolo definitivo alla Reggiana, dove rimarrà per due stagioni diventando un elemento importante per la squadra emiliana.

Nell'estate del 2011 viene coinvolto nello scandalo del calcio-scommesse per un presunto tentativo di combine della partita tra la Reggiana e il Ravenna del 10 aprile 2011. Saverino viene squalificato per tre anni nonostante alla fine nessuna combine venne compiuta: la partita infatti si concluse con il punteggio di 3-0 per la Reggiana a fronte del pareggio che, secondo quanto emerso, era la richiesta dei dirigenti del Ravenna. I fatti costano anche due punti di penalizzazione nel campionato successivo alla Reggiana.

In carriera ha totalizzato 119 presenze (e 17 reti) in Serie B.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livorno: 2001-2002
Spezia: 2005-2006
Spezia: 2006

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco illustrato del calcio 2008. Modena, Panini, 2007, p. 226.