DFS Rhönsperber

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
DFS Rhönsperber
Il DFS Rhönsperber replica, marche D-9025, in volo
Il DFS Rhönsperber replica, marche D-9025, in volo
Descrizione
Tipo aliante
Classe Club
Equipaggio 1
Progettista Hans Jacobs
Costruttore Germania DFS
Data primo volo 1935
Dimensioni e pesi
Lunghezza 6,08 m
Apertura alare 15,2 m
Altezza 2,8 m
Superficie alare 13,3
Carico alare 17,7 kg/m² (max)
Efficienza 21,6 a 63 kmh (max)
Allungamento alare 17,4
Peso a vuoto 162 kg
Peso carico 235 kg
Prestazioni
VNE 130 km/h
Velocità di stallo 58 km/h
Note dati riferiti all'esemplare D-6262 esposto al:

Deutsches Segelflugmuseum mit Modellflug[1]

voci di alianti presenti su Wikipedia

Il DFS Rhönsperber, codice RLM 108-51[2], fu un aliante monoposto da competizione ad alte prestazioni con capacità acrobatiche progettato dall'ingegner Hans Jacobs e sviluppato in Germania dal Deutsche Forschungsanstalt für Segelflug (DFS) negli anni trenta.

Caratterizzato dalla cabina di pilotaggio chiusa da un tettuccio a goccia e dalla configurazione ad ala di gabbiano posizionata alta sulla fusoliera, introdusse alcune migliorie tecniche e fu d'ispirazione per diversi modelli successivi, tra i quali il Göppingen Gö 3 Minimoa.

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

Nei primi anni trenta Hans Jacobs decise di avviare lo sviluppo di un nuovo aliante ad alte prestazioni in grado di poter volare attraverso tutto il territorio tedesco sfruttando al massimo le termiche. Il progetto, che verrà designato 108-51 dal Reichsluftfahrtministerium (RLM), introduce alcune innovazioni tecnologiche ed una configurazione che venne ripresa da alcuni modelli dell'epoca.

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

Il DFS Rhönsperber era un aliante Classe Club dalla costruzione classica con fusoliera in compensato e struttura alare in legno ricoperta in tela, e dall'aspetto, per l'epoca, innovativo: monoposto, con configurazione ad ala di gabbiano, dotata di profilo alare Göttingen 535, posizionata alta e pattino d'atterraggio retrattile.[3]

Esemplari attualmente esistenti[modifica | modifica sorgente]

Oltre agli esemplari conservati in musei aeronautici esiste una replica, marche D-9025, in condizioni di volo ed utilizzata dal proprietario in manifestazioni e raduni per alianti d'epoca.

Tra gli esemplari in esposizione presso strutture museali sono presenti:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (DE) DFS "Rhönsperber" in Deutsches Segelflugmuseum mit Modellflug, http://www.segelflugmuseum.de/deutsches_segelflugmuseum_4777.html. URL consultato il 29 gennaio 2013.
  2. ^ (EN) 2.1 German Designations; Sailplanes and Gliders in Designation-Systems.Net, http://www.designation-systems.net/, 23 novembre 2009. URL consultato il 25 luglio 2010.
  3. ^ (FR) DFS Rhönsperber in j2mcl Planeurs, http://www.j2mcl-planeurs.net/. URL consultato il 29 gennaio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Peter F. Selinger. Segelflugzeug-Geschichten: die Gleit- und Segelflugzeuge des Deutschen Segelflugmuseums mit Modellflug auf der Wasserkuppe. Stiftung Deutsches Segelflugmuseum Wasserkuppe mit Modellflug, Gersfeld/Rhön 2004, ISBN 3-00-011649-4.
  • (EN) Martin Simons. Sailplanes 1920 - 1945 (Volume 1). Eqip Werbung & Verlag Gmbh (2004) ISBN 3-9806773-4-6

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]