Cyclopteridae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cyclopteridae
Cyclopterus lumpus 2.JPG
Cyclopterus lumpus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Ordine Scorpaeniformes
Famiglia Cyclopteridae
Eumicrotremus taranetzi
Eumicrotremus orbis
Lethotremus awae

I Cyclopteridae sono una famiglia di pesci ossei marini appartenenti all'ordine Scorpaeniformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Sono tipici di acque fredde. Si trovano alle latitudini settentrionali dell'emisfero nord, sia nell'Oceano Atlantico che, soprattutto, nell'Oceano Pacifico. Sono completamente assenti nel mar Mediterraneo, lungo le coste atlantiche europee è comune Cyclopterus lumpus.

La maggior parte delle specie è bentonica in acque costiere o profonde qualche centinaio di metri. Poche specie si sono adattate alla vita pelagica di profondità.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Sono pesci dall'aspetto molto caratteristico. Hanno corpo alto e spesso globoso. Le scaglie sono assenti e sostituite da tubercoli ossei sparsi, le cui caratteristiche sono importanti per la classificazione delle specie. Le pinne ventrali sono fuse a formare un disco adesivo. Le pinne pettorali sono ampie. Le pinne dorsali sono due, brevi, di cui la prima è spinosa e ridotta in alcune specie. La pinna caudale è arrotondata. La linea laterale è limitata alla testa.

Cyclopterus lumpus misura fino a 60 cm, molte specie non sono più lunghe di pochi centimetri.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

La ventosa ventrale in alcune specie è capace di una presa molto forte sul substrato. Possono gonfiare il corpo inghiottendo acqua o aria come i pesci palla se spaventati.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si cibano di invertebrati bentonici come vermi marini, molluschi e crostacei. Le specie pelagiche si nutrono di zooplancton di grandi dimensioni come le meduse e gli ctenofori.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La riproduzione avviene in acque basse, talvolta dopo migrazioni anche molto lunghe. Il maschio fa la guardia alle uova fino alla schiusa.

Specie[modifica | modifica sorgente]

La famiglia comprende le seguenti specie:[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fish Identification

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci