Copacabana (Bolivia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Copacabana
comune
Localizzazione
Stato Bolivia Bolivia
Dipartimento Flag of lapaz.svg La Paz
Provincia Manco Kapac
Territorio
Coordinate 16°10′S 69°05′W / 16.166667°S 69.083333°W-16.166667; -69.083333 (Copacabana)Coordinate: 16°10′S 69°05′W / 16.166667°S 69.083333°W-16.166667; -69.083333 (Copacabana)
Altitudine 3.841 m s.l.m.
Superficie 180 km²
Abitanti 15 195
Densità 84,42 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC-4
Cartografia
Mappa di localizzazione: Bolivia
Copacabana
Copacabana vista dall'alto
Basilica

Copacabana è un comune (municipio in spagnolo) della Bolivia nella provincia di Manco Kapac (dipartimento di La Paz) con 15.195 abitanti (dato 2010)[1].

Costituisce il più grande insediamento sul versante boliviano del Lago Titicaca. Da questa cittadina partono le imbarcazioni per arrivare all'Isla del Sol, una delle isole sacre agli Inca.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono due teorie sull'origine del nome. La prima deriva dalla parola Aymara kota kahuana, che significa vista del lago. La seconda trae il nome dalla dea Copakawana, venerata in epoca precolombiana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi ritrovamenti archeologici della zona risalgono al XIV secolo a.C. e sono riconducibili alla cultura Chiripa. Nei secoli successivi si sviluppò la cultura Tiahuanaco che si espanse in tutta l'area. Si pensa che Copacabana appartenesse a questo impero, il primo grande impero nel territorio andino.

Successivamente vi furono le dominazioni dei regni Kolla (o Qulla) che fiorirono principalmente tra il XII e il XIII secolo. In questo periodo la città era popolata da pescatori e agricoltori. Dal XIII secolo i kolla, chiamati poi aymara, furono sconfitti dagli Inca, quando Pachacútec Inca Yupanqui, l'imperatore inca uccise Chuchi Capac, governante aymara. A questo Inca si attribuisce la fondazione della città e degli insediamenti sulla Isla del Sol.

La dominazione incaica proseguì fino all'arrivo dei conquistadores spagnoli nel 1534. Nel 1550 venne costruito la prima chiesa cristiana, trasformata poi, il 2 febbraio 1583 nella Basilica di Nuestra Señora de Copacabana.

La Virgen de Copacabana[modifica | modifica wikitesto]

In città si trova la basilica di Nuestra Señora de la Candelaria (XVI secolo). In questo santuario, uno dei più antichi del continente, è contenuta l'immagine della Virgen de la Candelaria (nota anche come Virgen de Copacabana o Virgen negra), venerata in tutto il Sud America.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Copacabana, il quartiere di Rio de Janeiro famoso per la sua spiaggia, prende il nome da questa città boliviana. Infatti, a metà del XVIII secolo, venne costruita, nella località brasiliana di Sacopenapã, una cappella contenente una copia della Virgen de Copacabana. Da allora, questa località, cambiò il suo nome in quello dell'omonima cittadina boliviana, in onore dell'immagine sacra.

Cantoni[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è suddiviso in 3 cantoni:

  • Copacabana
  • Lokha
  • Zampaya

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ stima abitanti 2010 dal sito di statistica boliviano. URL consultato il 4 aprile 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Geografia