Chilok (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chilok
Stato Russia Russia
Distretti federali Transbajkalia Transbajkalia
Buriazia Buriazia
Lunghezza 840 km[1]
Portata media 101 m³/s (a 22 km dalla foce)[1]
Bacino idrografico 38500 km²[1]
Nasce altopiano del Vitim
Sfocia fiume Selenga

Il Chilok (in russo: Хилок?; anche traslitterato come Hilok o Khilok; in buriato Хёолго, Hëolgo; in mongolo Хялга гол, Hjalga gol) è un fiume della Russia siberiana meridionale (Territorio della Transbajkalia e Repubblica autonoma della Buriazia), tributario di destra del Selenga.

Ha origine come emissario del lago Arachlej, nella sezione meridionale dell'altopiano del Vitim; scorre dapprima con direzione meridionale, assumendo poi direzione mediamente sudoccidentale attraversando un'ampia vallata montana formando numerosi laghi. Nel suo basso corso, alcune decine di chilometri a monte della foce, compie un'altra svolta dirigendo il suo corso verso nordovest; sfocia nel basso corso del Selenga.

Il fiume è gelato, mediamente, dai primi di novembre alla fine di aprile; l'estate è la stagione in cui si raggiungono i massimi livelli di portata d'acqua.

I maggiori centri urbani toccati dal fiume nel suo corso sono la città omonima e gli insediamenti di Mogzon e Novopavlovka. Per la valle del fiume Chilok passa un tratto della ferrovia Transiberiana.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (RU) Хилок (река). In Grande Enciclopedia Sovietica, 1969-1978
Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia