Cazzuola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cazzuola a punta quadra (in basso) e frattazzo (in alto)

La cazzuola (o cazzola[1]) è uno strumento manuale di lavoro usato nell'edilizia dal muratore.

Viene utilizzata principalmente per spalmare la malta tra i mattoni, per applicare rinzaffi e intonaci sulle murature, per riempire gli interstizi vuoti nei muri in pietra, per impastare materiali vari e per spianarli sulle superfici.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

È costituita da una lama d'acciaio, che nei modelli più sofisticati può essere inossidabile, rastremata verso l'estremità opposta all'impugnatura, volta a darle una flessibilità differenziata. Il manico, in legno o materiale plastico, spesso con sagomature per facilitare la presa, è saldamente fissato ad angolo retto sulla base.

A seconda del tipo di materiale da lavorare e della tipologia del manufatto su cui si deve intervenire, la conformazione della punta può variare notevolmente; può essere trapezoidale, a punta formante un angolo acuto, oppure piatta o quadra, come nell'immagine a fianco. La parte verso il manico può essere sia a spigoli vivi che arrotondata.

Anche le dimensioni sono molto variabili, dalla più piccola, chiamata cazzuolino, alle più grandi, per usi generici. Esistono inoltre cazzuole di forma particolare, adatte a lavorare gli angoli esterni od interni di una muratura.

Simbolismo[modifica | modifica wikitesto]

Francobollo britannico raffigurante il re Giorgio VI con vari simboli massonici. A sinistra in basso appare una cazzuola a punta.

La cazzuola è uno dei più conosciuti simboli della massoneria utilizzato per indicare il lavoro compiuto in loggia.[2]

Come simbolo di operosità la cazzuola è usata anche in ambiente araldico, come per esempio nell'armoriale del comune di Sequals.

Denominazioni locali italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dizionario Enciclopedico Italiano, Istituto dell'Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani - 1970 - Volume III - pag. 44
  2. ^ Domenico V. Ripa Montesano, Vademecum di Loggia, Edizione Gran Loggia Phoenix – Roma Italia 2009 ISBN 978-88-905059-0-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria