Casa Saddam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casa Saddam
Casa Saddam.png
Titolo originale House of Saddam
Paese Regno Unito, Stati Uniti
Anno 2008
Formato miniserie TV
Genere drammatico, guerra
Puntate 4
Durata 232 min (totale)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Regia Alex Holmes (2 episodi)
Jim O'Hanlon (2 episodi)
Sceneggiatura Stephen Butchard
Alex Holmes
Doppiatori e personaggi
Fotografia Florian Hoffmeister
Musiche Samuel Sim
Costumi Alexandra Caulfield
Produttore Steve Lightfoot
Produttore esecutivo Hilary Salmon
Alex Holmes
Casa di produzione British Broadcasting Corporation
Home Box Office Inc.
Prima visione
Prima TV Regno Unito
Dal 30 luglio 2008
Al 20 agosto 2008
Rete televisiva BBC Two
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 17 marzo 2009
Al 18 marzo 2009
Rete televisiva SKY Cinema 1

Casa Saddam è una miniserie televisiva in quattro puntate cooprodotta dal canale britannico BBC Television e da quello statunitense HBO.

Girata in Tunisia,[1] la miniserie racconta la storia[2] dall'ascesa alla caduta di Saddam Hussein[1] e della sua famiglia dal 1979,[1][3] anno in cui, da vicepresidente, fece cadere il presidente Ahmed Hassan al-Bakr, fino al 2003, con la cattura da parte degli angloamericani, il processo e l'esecuzione avvenuta nel 2006.

La serie viene trasmessa in prima visione assoluta nel Regno Unito sul canale BBC Two tra il 30 luglio e il 20 agosto 2008, mentre in Italia è stata trasmessa da SKY Cinema 1, martedì 17 e mercoledì 18 marzo 2009.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Errori[modifica | modifica wikitesto]

La sceneggiatura, che vuole rappresentare storicamente i fatti relativi alla vita e all'epoca di Saddam,[1][2][3][4][5][6][7][8][9][10] rappresenta in video i seguenti errori:

  • All'inizio della I parte, nel 1979 mentre Saddam e gli altri guardano le dimostrazioni iraniane pro-Khomeini in TV, la gente urla, "Morte a chi si oppone al leader!" ma nei sottotitoli si dice: "Morte ai seguaci di Saddam!" ma Saddam a quel tempo non è ancora il leader iracheno.
  • Durante la III parte, Saddam e la sua famiglia guardano Hussein Kamel denunciare alla televisione la dittatura di Saddam sull'Iraq. La televisione che stanno guardando è un modello a schermo piatto della LG. La III parte è ambientata nel 1995, prima che siano disponibili tv a schermo piatto (la Fujitsu mise in vendita il suo primo modello nel 1997).
  • Molte autovetture utilizzate nel film comprendono moderne Volkswagen e limousine Lincoln Town Car che all'epoca in cui viene ambientato il film ancora non esistevano.
  • La seconda moglie di Saddam, Samira, viene ritratta nel ruolo di insegnante. Nella realtà, la prima moglie, Sajida, era una dirigente di scuole superiori, mentre la seconda moglie era medico.
  • Nel IV episodio l'auto di Qusai mostra una targa tunisina, rivelando che il luogo delle riprese cinematografiche è in Tunisia.
  • Uday nella IV parte non è ripreso con le disabilità motorie, ed il fallito tentato omicidio di cui rimase vittima nel 1996 non è trattato dalla miniserie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) cartella stampa sulla miniserie rilasciata dalla BBC
  2. ^ a b Anteprima di SKY Cinema
  3. ^ a b (EN) Saddam drama series for BBC Two
  4. ^ Casa Saddam, la miniserie evento arriva su Sky
  5. ^ Casa Saddam stasera e domani su Sky Cinema 1
  6. ^ "Casa Saddam": Guida TV programmi - SKY.IT
  7. ^ "Casa Saddam, una fiction sul dittatore" su Panorama.it
  8. ^ "Gb, va in onda "Casa Saddam"La fiction sulla vita del rais" su Repubblica.it
  9. ^ Guido Rampoldi: "Se in tv Saddam somiglia al Padrino" su Repubblica.it del 17 marzo 2009
  10. ^ Antonio Dipollina: "Casa Saddam, il TV movie che fa tanto cinema" su Repubblica.it del 20 marzo 2009

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z