Busento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Busento
Busento
Il fiume a Cosenza
Stato Italia Italia
Regioni Calabria Calabria
Lunghezza 36 km
Portata media 3 m³/s
Altitudine sorgente ca. 1500 m s.l.m.
Nasce Monte Cocuzzo
Sfocia Crati a Cosenza

Il Busento è un fiume calabrese che nasce sul Monte Cocuzzo, è un affluente del Crati.

Letteratura[modifica | modifica sorgente]

La morte di Alarico[modifica | modifica sorgente]

Morte di Alarico I, seppellito nel letto del fiume Busento

Re Alarico I, dopo il sacco di Roma, scese in Italia meridionale dove prese la malaria. Morì a Cosenza nel 410 d.C., e qui, secondo l'usanza visigota, fu sepolto insieme all'immenso tesoro sottratto a Roma proprio nel letto del Busento, che per l'occasione fu deviato dal suo corso tramite un complesso lavoro di ingegneria idraulica e sfruttando il lavoro di centinaia di schiavi, i quali, dopo aver ricondotto il fiume nel suo letto naturale, furono trucidati dallo stesso esercito di Alarico per preservare la segretezza del luogo della sepoltura.

Il Busento a Cosenza

La leggenda di Alarico e della sua sepoltura nel Busento ha ispirato la poesia di August Graf von Platen Das Grab im Busento con una rappresentazione romantica della morte e della sepoltura di Alarico. La poesia è stata tradotta in italiano da Giosuè Carducci con il titolo La tomba del Busento.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]