Breaking News

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Breaking News
Breaking Nеws.png
Titolo originale 大事件
大事件
Daai si gin
Dà Shì Jiàn
Lingua originale cinese mandarino, cantonese
Paese di produzione Hong Kong
Anno 2004
Durata 90 min.
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere azione, poliziesco
Regia Johnnie To
Sceneggiatura Chan Hing-Kai
Yip Tin-Shing
Milkyway Creative Team
Produttore Johnnie To
Cao Biao
Casa di produzione Media Asia Films
China Film Group
Milkyway Image
Fotografia Cheng Siu-Keung
Montaggio David M. Richardson
Musiche Ben Cheung
Chung Chi-Wing
Interpreti e personaggi

Breaking News (caratteri cinesi tradizionali: 大事件; caratteri cinesi semplificati: 大事件; pinyin: Dà Shì Jiàn; cantonese: Daai si gin) è un film d'azione del 2004 diretto da Johnnie To. Il film è stato presentato fuori concorso al Festival di Cannes del 2004.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

La polizia di Hong Kong, dopo essere stata coinvolta in una disastrosa sparatoria e dopo che un suo membro è stato ripreso dai media locali mentre si arrendeva a dei mafiosi visibilmente terrorizzato, è in crisi di credibilità. All'ispettore Cheung e alla sua squadra è affidato il compito di catturare questi mafiosi, guidati dallo scaltro Yuen.

Nel frattempo il sovrintendente Rebecca Fong cerca di "imbrogliare" televisioni e giornali, ovvero di coinvolgerli, tenendoli costantemente informati, in una sorta di show dell'operazione di polizia ben orchestrato e premeditato, in modo da migliorare attraverso lo sfruttamento dei media la reputazione della polizia. Ella ne vede l'occasione principe quando i mafiosi si nascondono in un appartamento del centro della città, mentre l'ispettore Cheung, insieme alla sua squadra, è impegnato in diversi scontri a fuoco con i mafiosi.

Yuen si ritrova così nella casa di Yip, un tassista imbranato che vive nell'appartamento insieme ai suoi bambini. Con il riluttante aiuto del figlio di Yip, che lo mette in contatto con la polizia per mezzo di una web-cam, Yuen sostiene un vero e proprio duello a distanza, dando ai media l'immagine che quest'ultima sia ormai sconfitta o quanto meno in scacco (ad esempio, trasmette le immagini dei delinquenti che pranzano seduti tranquilli attorno alla tavola; a quel punto il sovrintendente Fong reagisce facendo distribuire alle numerose squadre in servizio e pure ai giornalisti assiepati fuori dal palazzo un generoso pranzo al sacco). Dopo il fallimento di un blitz condotto dalla Police Tactical Unit, viene richiesto l'intervento della Special Duties Unit per stanare Yuen e la sua banda. Dopo numerosi scontri a fuoco con morti e feriti, buona parte dei delinquenti viene uccisa, ma Yuen e uno dei compagni più scaltri e lucidi riescono a fuggire. Infine, dopo un lungo inseguimento e ulteriori sparatorie all'esterno del palazzo, con Fong che ha intuito la via di fuga usata, ma è stata catturata da Yeun e tenuta in ostaggio, Cheung riesce a colpire e uccidere Yuen. Il compagno fuggito verrà ucciso il giorno dopo mentre tentava di rapinare un furgone portavalori.

Premi[modifica | modifica sorgente]

Rifacimenti[modifica | modifica sorgente]

È stato programmato un remake del film dalla società cinematografica indipendente Gold Circle Films e dalla Paramount Vantage. Joel Schumacher è in trattative per dirigere questo remake.[senza fonte]

Un altro rifacimento del film, intitolato Goryachie Novosti (distribuito internazionalmente col titolo: Newsmakers) è stato girato in Russia. È stato prodotto dalla casa cinematografica moscovita Tandem Pictures e dalla Illusion Film di Göteborg e diretto dal giovane regista svedese Anders Banke. Questa versione di Breaking News è stata distribuita in forma teatrale in Russia e nei paesi dell'ex Unione Sovietica il 7 maggio del 2009.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Festival de Cannes: Breaking News in festival-cannes.com. URL consultato il 05/11/2010.
  2. ^ Лучшие актрисы современности | newsmakers-film.ru

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema