Bernardino Biondelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bernardino Biondelli

Bernardino Biondelli (Zevio, 14 marzo 1804Milano, 11 luglio 1886) è stato un linguista, numismatico e archeologo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver insegnato matematica, storia e geografia nelle scuole di Verona e di altre città del Veneto, nel 1839 si trasferisce a Milano, dove collabora con il Politecnico e dove escono alcune pubblicazioni di linguistica riedite nel 1845 con il titolo: Studii linguistici.

In seguito si occupa di indoeuropeistica e dialettologia.

Nel 1849, entra nel Gabinetto numismatico, allora collocato alla Biblioteca Braidense, dove è conservatore fino al 1883; nel 1869 ha pubblicato il saggio La Zecca di Milano.

Si occupa anche di archeologia, argomento su cui è nominato professore all'Accademia scientifico-letteraria di Milano dal 1859 al 1884), e di linguistica delle civiltà precolombiane. Le sue ricerche su questi argomenti sono pubblicate tra il 1858 e il 1869.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 7399289 LCCN: n81110362