Arkaim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arkaim
My arkaim.jpg
Epoca età del bronzo
Localizzazione
Stato Russia Russia
Soggetto federale Oblast di Chelyabinsk
Dimensioni
Superficie 20000
sito web

Coordinate: 52°37′37″N 59°33′40″E / 52.626944°N 59.561111°E52.626944; 59.561111

Arkaim (in russo: Аркаим?) è un sito archeologico dell'età del bronzo situato nelle steppe degli Urali meridionali , nell'Oblast di Chelyabinsk in Russia. Il sito viene generalmente datato al XVII secolo a.C. anche se sono state proposte datatazioni antecedenti , fino al 2000 a.C. . L'insediamento apparteneva alla cultura di Sintashta-Petrovka.

La scoperta e i primi scavi[modifica | modifica wikitesto]

Il sito venne scoperto nel 1987 da un team di scienziati di Chelyabinsk che stavano pianificando la realizzazione di un lago artificiale proprio in quell'area . I primi scavi furono diretti da Gennadii Zdanovich , inizialmente i ritrovamenti furono praticamente ignorati dalle autorità sovietiche ma l'attenzione sul sito crebbe dopo ulteriori scavi archeologici . Nel 1991 il sito venne designato "riserva culturale" e nel 2005 venne visitato da Vladimir Putin.

L'insediamento[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene l'insediamento venne incendiato e abbandonato molti dettagli si sono preservati. Arkaim è simile nella forma al vicino sito di Sintashta, dove venne scoperto il più antico esempio di carro da guerra della storia. Arkaim era protetta da due mura circolari , vi era al centro una piazza circolare circondata da due file di abitazioni poste ad anello e separate da una strada , la fila interna contava 27 abitazioni mentre la fila più esterna 39 o 40 . Zdanovich ha stimato che la popolazione si aggirava fra i 1500 e i 2500 individui.

L'insediamento copriva un'area di 20.000 metri quadrati . Attorno alle mura di Arkaim vi erano campi arabili irrigati tramite un sistema di canali.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jones-Bley, K.; Zdanovich, D. G. (eds.), Complex Societies of Central Eurasia from the 3rd to the 1st Millennium BC, 2 vols, JIES Monograph Series Nos. 45, 46, Washington D.C. (2002), ISBN 0-941694-83-6, ISBN 0-941694-86-0.
  • Panel-Philippe, G.; Stone-Peter, G., The Constructed Past:Experimental Archeology, Education and the Public, Routledge (July 1999)ISBN 0-415117-68-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]