Antigono II Asmoneo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antigono II Mattatia Asmoneo

Antigono II Mattatia Asmoneo (... – 37 a.C.) era il figlio del re Aristobulo II di Giudea.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 40 a.C. condusse l'invasione della Giudea, sostenuta dai Parti, per conquistare Gerusalemme e mandò suo zio Ircano II a Babilonia in catene (dopo avergli mozzato gli orecchi per non permettergli di ricoprire la carica di Sommo sacerdote). Nel 37 a.C., Erode il Grande ritornò in Giudea con il supporto dell'Impero romano; i romani quindi uccisero Antigono, crocifiggendolo e poi decapitandolo, mettendo fine alla dinastia degli Asmonei. L'ossario di Antigono è stato ritrovato nel 1971.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Strip the Biblical Conspiracies Crucifixion

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie