Anna Dorotea di Sassonia-Weimar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ducato di Sassonia-Weimar
Wettin
Coat of arms of Saxony.svg

Giovanni Guglielmo
Federico Guglielmo
Figli
Giovanni
Giovanni Ernesto
Guglielmo
Giovanni Ernesto
Guglielmo Ernesto col fratello Giovanni Ernesto
Giovanni Ernesto III col fratello Guglielmo Ernesto
Figli
Ernesto Augusto I
Modifica
La badessa Anna Dorotea

Anna Dorotea di Sassonia-Weimar (Weimar, 12 novembre 1657Quedlinburg, 24 giugno 1704) è stata una religiosa tedesca.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Anna Dorotea era figlia del duca Giovanni Ernesto II di Sassonia-Weimar e sua moglie, la principessa Elisabetta Cristina di Schleswig-Holstein-Sonderburg (1638-1679). Ancora giovane intraprese per volontà paterna la carriera ecclesiastica nell'Abbazia di Quedlinburg.

Dal 1681-1684 fu rettrice di Quedlinburg. Quando la badessa Anna Sofia II d'Assia- Darmstadt morì nel 1683, Anna Dorotea venne nominata quale suo successore pur con qualche contrasto che venne risolto grazie alla sua influenza sull'elettore Giovanni Giorgio III di Sassonia che il 4 settembre 1684 diede il proprio beneplacito sulla nomina della nuova badessa, la quale venne poi confermata il 29 gennaio 1685 dall'Imperatore Leopoldo I d'Asburgo.

Nel 1698 Augusto II di Polonia, duca di Sassonia (che come il padre era protettore di questa abbazia), decise di vendere i diritti di protezione all'Elettore Federico III di Brandeburgo (dal 1701 re di Prussia) per la somma di 340.000 talleri. Questo fatto portò a non pochi cambiamenti in quanto non solo il potere della badessa venne fortemente ridotto, ma l'abbazia ottenne la riduzione di molti dei propri beni. Non deve quindi sorprendere che Anna Dorotea non fosse certo d'accordo con questo cambiamento che riguardava in primis la sua abbazia e si rifiutò di riconoscere l'Elettore di Brandeburgo quale suo protettore.

Il 24 giugno 1704 la badessa morì all'età di 47 anni a Quedlinburg. La sua bara è ora nella Cripta Reale nello storico cimitero di Weimar.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Fritsch, Johann Heinrich: Geschichte des vormaligen Reichsstifts und der Stadt Quedlinburg. Quedlinburg 1828
  • Lorenz, Hermann: Werdegang von Stift und Stadt Quedlinburg. In: Quedlinburgische Geschichte. Quedlinburg 1922 (Band 1)
Predecessore Badessa di Quedlinburg Successore
Anna Sofia d'Assia-Darmstadt 16841704 Aurora von Königsmarck
Reggente

Controllo di autorità VIAF: 3295781

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie