Angolo complementare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Angoli complementari

In geometria, l'angolo complementare è un angolo di ampiezza tale che, sommato ad un altro angolo dato, permette di ottenere un angolo retto, ovvero di 90 gradi.

Da tale definizione si addiviene che gli angoli complementari sono due angoli che sommati hanno un'ampiezza totale di 90°.

Gli angoli complementari quindi sono sempre acuti.

In geometria euclidea, i due angoli dell'ipotenusa di un triangolo rettangolo sono complementari tra loro, poiché la somma delle ampiezze degli angoli interni di ogni triangolo ammonta a 180° e di questi 90° riguardano l'angolo retto.

Il passaggio dalla ampiezza di un angolo compresa tra 0 e 90 gradi e la ampiezza di un suo complementare è evidentemente una involuzione.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica