Andrew Grove

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrew Grove (a sinistra) con Klaus Schwab

Andrew Stephen Grove, nato Gróf András István (Budapest, 2 settembre 1936), è un ingegnere e imprenditore ungherese naturalizzato statunitense. Ha partecipato alla fondazione della Intel Corporation di cui fu a lungo presidente e uno degli artefici del successo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il vero nome di Grove è "Gróf András István" (in ungherese il cognome si scrive prima del nome) e gli amici d'infanzia lo chiamavano "Andris". Di famiglia ebrea benestante, nel 1956 durante la Rivoluzione ungherese lasciò casa e famiglia ed emigrò negli Stati Uniti, arrivando a New York nel 1957.

Nel 1960 si diplomò bachelor in ingegneria chimica al City College di New York, con i voti migliori della sua classe. Dopo essersi trasferito in California, nel 1963 conseguì il dottorato (Ph.D.) in ingegneria chimica all'Università di Berkeley. Si formò professionalmente alla Fairchild Semiconductor prima di diventare il terzo dipendente della Intel Corporation. Per un errore formale ricevette il numero quattro, mentre Leslie Vadasz, assunto dallo stesso Grove, ricevette il numero tre per lo stesso errore. Grove divenne presidente di Intel nel 1979, direttore generale (CEO) nel 1987 e presidente e direttore generale delegato nel 1997. Nel 1998 rinunciò alla carica di CEO della Intel Corporation e ne rimase presidente fino al novembre del 2004. Grove continua tuttora a lavorare in Intel come consulente esperto.

Nel 2007 gli è stato diagnosticato la malattia di Parkinson. Al fine di combattere la malattia, nel 2008 Grove ha donato 40 milioni di dollari alla Micheal J. Fox Foundation, che si occupa della ricerca sulla malattiao.[1]

Grove e sua moglie Eva, sposati nel 1958, hanno avuto 2 figlie.

Libri[modifica | modifica sorgente]

Libri scritti da Andrew Grove[modifica | modifica sorgente]

  • Physics and Technology of Semiconductor Devices, Wiley, 1967 (ed. italiana Fisica e tecnologia dei semiconduttori, Franco Angeli editore)
  • One on One With Andy Grove, Penguin Putnam, 1988
  • High Output Management, Random House, 1995
  • Only the Paranoid Survive, Doubleday, 1996
  • Swimming Across: A Memoir, 2001
  • con Robert Burgelman, Strategy Is Destiny: How Strategy-Making Shapes a Company's Future, 2001
  • con Robert A. Burgelman e Philip E. Meza, Strategic Dynamics: Concepts and Cases, McGraw-Hill/Irwin, 2005

Libri su Andrew Grove[modifica | modifica sorgente]

  • Tim Jackson, Inside Intel: Andy Grove and the Rise of the World's Most Powerful Chip Company, Plume, 1998
  • Richard Tedlow, Andy Grove, Penguin, 2006

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il Parkinson ha un nuovo nemico: Grove, punto-informatico.it, 13 gennaio 2008. URL consultato il 22 maggio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 108281008 LCCN: n/83/40150