Andinoacara pulcher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Andinoacara pulcher
Aequidens pulcher.jpg Blaupunktbuntbarsch (Aequidens pulcher) Männchen zur Paarungszeit.JPG
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Cichlidae
Sottofamiglia Cichlasomatinae
Genere Andinoacara
Specie A. pulcher
Nomenclatura binomiale
Andinoacara pulcher
(Gill, 1858)
Nomi comuni

Acara blu

Andinoacara pulcher (Gill, 1858) è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cichlidae e alla sottofamiglia Cichlasomatinae che proviene dall'America centrale e meridionale.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Proviene dal Venezuela e da Trinidad; è comune sia nei torrenti che in zone con corrente più lenta e acque meno limpide[1].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Presenta un corpo compresso lateralmente e non particolarmente allungato, che raggiunge la lunghezza massima di 16 cm[1]. La colorazione, blu nei maschi durante il periodo riproduttivo, è di solito marrone-verdastra con fasce più scure e macchie azzurre. Le pinne sono ampie, in particolare nei maschi.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È un pesce pacifico. I giovani possono formare piccoli gruppi.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Sia il maschio che la femmina sorvegliano le uova, deposte su una roccia, anche dopo la loro schiusa: se gli avannotti vengono minacciati, il maschio li raccoglie nella sua bocca[2].

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

È carnivoro e si nutre di piccoli invertebrati come anellidi, crostacei e insetti[3].

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Può essere allevato in acquario, dove si riproduce[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Andinoacara pulcher in FishBase. URL consultato il 31 luglio 2014.
  2. ^ (EN) Reproduction of Andinoacara pulcher in FishBase. URL consultato il 31 luglio 2014.
  3. ^ (EN) Food items reported for Andinoacara pulcher in FishBase. URL consultato il 31 luglio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Phylogeny of the Neotropical cichlid fish tribe Cichlasomatini (Teleostei: Cichlidae) based on morphological and molecular data, with the description of a new genus, vol. 47, nº 3, pp. 234 - 247, DOI:10.1111/j.1439-0469.2009.00528.x.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci