Agkistrodon contortrix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Agkistrodon contortrix
Agkistrodon contortrix contortrix CDC-a.png
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Serpentes
Famiglia Viperidae
Sottofamiglia Crotalinae
Genere Agkistrodon
Specie Agkistrodon contortrix
Nomi comuni

Testa di rame

Areale

Agkistrodon contortrix distribution.png

Il testa di rame (Agkistrodon contortrix) anche noto in inglese come Copperhead è un serpente velenoso diffuso nella parte orientale del Nordamerica. Appartiene alla famiglia dei viperidi (Viperidae), sottofamiglia crotalini (Crotalinae), ed è strettamente imparentato con il mocassino acquatico (Agkistrodon piscivorus).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Di una lunghezza compresa tra gli ottanta centimetri e il metro e venticinque, questo serpente ha un corpo color rame, bronzo, marrone o addirittura sfumato di rosa, e sono presenti anche bande scure che vanno a formare un disegno particolare. La punta della coda, invece, è giallo tenue. Le zanne velenifere, come quelle di tutti i crotali, sono tenute normalmente ripiegate e vengono estroflesse solo quando il serpente spalanca la bocca.

Veleno[modifica | modifica sorgente]

Come il mocassino acquatico, anche il testa di rame preda piccoli animali, sia sulla terraferma che in acqua. Il suo veleno è un emotossico che colpisce cuore e sistema circolatorio delle vittime. È potenzialmente pericoloso per l'uomo. Anche se velenosi, questi serpenti non sembrano essere aggressivi e il loro morso non è quasi mai mortale. Sintomi da morso di testa di rame includono dolori acuti, gonfiori, formicolii e forti nausee. Può capitare che vengano danneggiati i tessuti, in particolare se ad essere morsi sono stati gli arti.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Il testa di rame nidifica in tarda estate, ma non ogni anno. La femmina dà alla luce piccoli lunghi una ventina di centimetri, in un numero compreso di solito tra cinque e sette esemplari; può capitare, tuttavia, che ne possa partorire fino a venti. Il colore dei piccoli è più chiaro di quello degli adulti; il colore della punta della loro coda è giallo vivo, in modo da attirare lucertole e rane.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili