Acque profonde (film 1958)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acque profonde
Titolo originale The Deep Six
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1958
Durata 105 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere guerra, drammatico
Regia Rudolph Maté
Soggetto Martin Dibner
Casa di produzione Jaguar Production
Fotografia John F. Seitz
Montaggio Roland Gross
Musiche David Buttolph
Scenografia Leo K. Kuter
Interpreti e personaggi

Acque profonde (The Deep Six) è un film del 1958 diretto da Rudolph Maté, con Alan Ladd nel ruolo di Alex Austen, Dianne Foster nel ruolo di Susan Cahill, William Bendix nel ruolo di Frenchy Shapiro, James Whitmore nel ruolo dell'ufficiale Meredith e Keenan Wynn nel ruolo del Comandante Edge.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Tratto da un romanzo di Martin Dibner racconta le difficoltà all'interno di un incrociatore statunitense.[2] L'ufficiale di marina Alec Austin, le cui convinzioni religiose e pacifiste mal si coniugano con la guerra, rifiuta di sparare contro un aereo non identificato nel bel mezzo della seconda guerra mondiale, scatenando tensioni ed evitando l'abbattimento di un velivolo che si scoprirà in seguito essere alleato per fuoco amico. Le tensioni all'interno dell'incrociatore lo portano ad intraprendere una missione pericolosa su un'isola sotto controllo Giappone per recuperare un gruppo di soldati americani prigionieri.[3] Il manipolo di soldati rispecchia il melting pot dell'esercito e della società statunitense, tra le convinzioni di Alec Austin, quacchero, Frenchy Shapiro, di religione ebraica e il Comandante Edge, protestante W.A.S.P..

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Prodotto negli Stati Uniti, con il placet dell'esercito U.S. Navy, dalla società Jaguar Production.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Riferimento: All Movie Guide
  2. ^ Riferimento: Dizionario dei Film
  3. ^ Riferimento: Hal Erikson, All Movie

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Mereghetti, Paolo (a cura di), Dizionario dei Film, Baldini & Castoldi, Milano, 1995.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema