Zetazeroalfa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zetazeroalfa
Paese d'origine Italia Italia
(Roma)
Genere Musica alternativa di destra[1]
Alternative rock
Hard rock
Punk rock
RAC
Periodo di attività 1997 – in attività
Etichetta Rupe Tarpea
Album pubblicati 8
Studio 7
Live 1
Opere audiovisive 1
Sito web
« Zetazeroalfa è nato per scherzo, in una calda sera d'estate a Roma, nostra città, tra una birra e una battuta ci immaginammo cosa sarebbe successo se avessimo messo in musica la nostra visione della vita... e così iniziammo a suonare! »
(tratto da un'intervista del gruppo[2])

Gli Zetazeroalfa sono un gruppo musicale romano, band di riferimento del centro sociale di destra denominato CasaPound.[3]

Hanno all'attivo otto album, oltre a numerose partecipazioni a compilation nell'ambiente della musica alternativa e RAC, comprendenti generi musicali di diverso tipo e caratterizzati da contenuti politici di natura fascista.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La band nacque nel 1997. Il 25 novembre 2000 si presenta insieme alla Rupe Tarpea Productions/Perimetro al M.E.I. (Meeting Etichette Indipendenti) di Faenza, riuscendo ad esibirsi dal vivo.[5]

L'8 dicembre 2001 una loro esibizione presso il Teatro Piccolo di Sulmona diventa occasione di tensione e tafferugli, in quanto una ventina di attivisti di sinistra tentano di bloccare il concerto. La situazione si normalizza solo con l'intervento delle forze dell'ordine.[6] Per i fatti di violenza verificatisi il leader del gruppo Gianluca Iannone è stato condannato, insieme ad altre quattro persone, a 10 mesi di reclusione per rissa.[7] Questo episodio sarà il primo di una serie di boicottaggi organizzati da militanti antifascisti, che colpirà il gruppo negli anni a venire.[8][9][10]

Il 1º maggio 2004 il gruppo suona per la prima volta all'estero. Il luogo è Nizza, gruppi spalla i nizzardi Fraction e i parigini Ile De France. A giugno dello stesso anno il gruppo parte per una breve tournée nel Québec, che dura poco più di una settimana.

Il 14 novembre 2005 gli Zetazeroalfa, accompagnati dal gruppo La Peggio Gioventù, suonano nel carcere romano di Rebibbia, come atto di solidarietà nei confronti dei detenuti, in occasione della consegna del Premio Nonsolochiacchiere al calciatore Damiano Tommasi, istituito dall'omonimo giornale carcerario. Pubblico composto da 300 detenuti, 80 secondini e dalla direzione del carcere stesso al completo. Questo evento costituirà la prima occasione in cui un gruppo musicale non appartenente ad ambienti di sinistra abbia suonato all'interno di una struttura carceraria.[11][12]

Il 9 maggio 2007 suonano per la seconda volta in Francia: stavolta la città è Parigi, dove suonano in onore di Sébastien Deyzieu, militante del G.U.D. morto in circostanze poco chiare il 9 maggio 1994. Nell'estate sempre del 2007 prendono parte all'European Revolution - Tour 2007 assieme ai francesi Fraction, ai tedeschi Carpe Diem ed agli olandesi Brigade M. Tappe del tour: Eindhoven il 29 giugno, Saarbrücken il 30 giugno, Latina il 6 luglio e Marsiglia il 7 luglio.

Il 24 maggio 2010 suonano a Londra nell'ambito del loro tour War Machine '09.

Il 18 giugno 2010 la presentazione in anteprima del nuovo cd del gruppo musicale dal titolo Disperato Amore avviene contemporaneamente in ventisei città da Nord a Sud del paese[13].

Il 22 ottobre 2010 gli Zetazeroalfa suonano per la prima volta in piazza a Roma, a Ponte Milvio, in occasione della presentazione del libro "Nessun Dolore. Una storia di CasaPound". L'evento vede la partecipazione di oltre 2000 persone[14].

A giugno del 2011 suonano a Bangkok, capitale della Thailandia, in un concerto di solidarietà a sostegno del popolo Karen[15] e in ottobre sono di scena Helsinki[16].

Il 28 gennaio 2012 il gruppo suona a Siviglia[17].

Nel corso della loro esistenza gli Zetazeroalfa hanno tenuto oltre 80 concerti in Italia ed all'estero.[18]

Le tematiche affrontate[modifica | modifica wikitesto]

Nei testi delle loro canzoni criticano la globalizzazione ed attaccano gli eccessi derivati dal libero mercato, tuttavia molte loro canzoni hanno la caratteristica di essere goliardiche ed a tratti autoironiche.

La loro musica ha un pubblico prevalentemente giovanile, spesso politicamente orientato all'adesione a movimenti o formazioni d'ispirazione fascista, in particolare quelle legate all'associazione di promozione sociale CasaPound Italia ed al suo movimento studentesco (Blocco Studentesco), nonché al circuito delle OSA/ONC ("Occupazioni a Scopo Abitativo" ed "Occupazioni Non Conformi").

La cinghiamattanza e il rapporto con i media[modifica | modifica wikitesto]

Una delle caratteristiche del gruppo è di aver rotto con un certo immaginario di "destra" e per questo è più volte finito sui media nazionali.

Una prima visibilità sui mezzi d'informazione arriva nei primi mesi del 2008 a causa dell'apparizione di numerosi videoclip su YouTube dove ragazzi di ogni parte d'Italia si sfidano a cinghiate. Si tratta della cinghiamattanza, una canzone sulle cui note, durante i concerti, gli spettatori pogano sotto il palco si colpiscono violentemente a cinghiate l'un l'altro con la cintura dei pantaloni[19].

Se ne occupano in particolare il quotidiano La Repubblica[19] e il suo magazine giovanile XL, che si interesseranno di indagare il fenomeno definendolo "una nuova assurda mania"[20][21]. Nel 2010 il format di RaiTre Citizen Report dedica un servizio di approfondimento alla moda della cinghiamattanza.[22]

Gli inventori della pratica la definiscono come "uno sport "non conforme" la cui carica goliardica e vitalista può essere negata solo da chi sia in aperta malafede"[23].

Nel 2015 il leader del gruppo viene intervista da Playboy Italia.[24]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Anno Album
1999 La dittatura del sorriso
  • Pubblicato: 28 ottobre 1999
  • Etichetta: Rupe Tarpea Productions/Perimetro
  • Formato: CD
2000 Kriptonite
  • Pubblicato: 28 ottobre 2000
  • Etichetta: Rupe Tarpea Productions/Perimetro
  • Formato: CD
2002 Fronte dell'essere
  • Pubblicato: 21 giugno 2002
  • Etichetta: Rupe Tarpea Productions/Perimetro
  • Formato: CD
2007 La ballata dello stoccafisso
  • Pubblicato: 21 aprile 2007
  • Etichetta: Rupe Tarpea Productions/Perimetro
  • Formato: CD
2007 Estremocentroalto
  • Pubblicato: 21 giugno 2007
  • Etichetta: Rupe Tarpea Productions/Perimetro
  • Formato: CD
2010 Disperato amore
  • Pubblicato: 19 giugno 2010
  • Etichetta: Rupe Tarpea Productions/Perimetro
  • Formato: CD
2017 Morimondo
  • Pubblicato: 21 aprile 2017
  • Etichetta: Rupe Tarpea Productions/Perimetro
  • Formato: CD

Album live[modifica | modifica wikitesto]

Formato: CD - Data di uscita: 18 giugno 2005 - Etichetta: Rupe Tarpea Productions/Perimetro

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Formato: 7" - Data di uscita: 28 marzo 1999 - Etichetta: Rupe Tarpea Productions/Perimetro

Video album[modifica | modifica wikitesto]

Formato: DVD - Data di uscita: 21 dicembre 2007 - Etichetta: Rupe Tarpea Productions/Trifase

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Compilation e split[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cristina di Giorgi Note alternative, Trecento, 2008
  2. ^ Dalla cinghiamattanza allo stoccafisso, pressreader.com.
  3. ^ Il suo cantante, Gianluca Iannone, è presidente dell'associazione, mentre gli altri componenti del gruppo sono dirigenti e militanti della stessa
  4. ^ Noi siamo quelli che vanno per mare - Intervista a Gianluca Iannonne, lamoscabianca.eu.
  5. ^ Faenza, 25 novembre 2000: 3° Meeting delle Etichette Indipendenti, aclorien.it.
  6. ^ Interrogazione alla camera per i fatti di Sulmona
  7. ^ antifa: Sulmona: Iannone condannato a dieci mesi di reclusione, isole.ecn.org.
  8. ^ [Te] Contro ogni fascismo, informa-azione.info.
  9. ^ PCL Firenze: Annullato il concerto degli Zetazeroalfa a Greve, pclfirenze.blogspot.com.
  10. ^ Annullato concerto neofascista a Frosinone grazie ai GC, giovanicomunisti.it.
  11. ^ E i fascisti suonano in carcere (PDF), anpi.it.
  12. ^ “Jailhouse Rock” a Rebibbia (PDF), justinbradshaw.co.uk.
  13. ^ Nuovo disco per ZetaZeroAlfa, domani anteprima contemporanea in 26 città, in Adnkronos, 18 giugno 2010.
  14. ^ Roma: Estate in XX, Buttafuoco e Zetazeroalfa per una serata tutta dedicata a Cpi, agenziastampaitalia.it.
  15. ^ Musica: ZetaZeroAlfa ‘live in Bangkok’ per solidarietà, atuttadestra.net.
  16. ^ Kansainvälinen seminaari järjestettiin Helsingissä, patriootti.com.
  17. ^ El concierto neonazi se celebró finalmente en Sevilla, tercerainformacion.es.
  18. ^ Concerti di ZetaZeroAlfa, aclorien.it.
  19. ^ a b 'Cinghiamattanza', le botte a destra, ricerca.repubblica.it.
  20. ^ XL, aprile 2008
  21. ^ Cinghiamattanza, mirorenzaglia.org.
  22. ^ L'Italia che balla, progettosteadycam.it.
  23. ^ CasaPound: dalla goliardia alle botte, questotrentino.it.
  24. ^ Il lato pop di CasaPound: “Playboy” intervista Iannone, secoloditalia.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cristina di Giorgi Note alternative, Trecento, 2008.
  • Domenico Di Tullio, Nessun Dolore - Una storia di CasaPound, Rizzoli, 2010. ISBN 978-88-17-03518-7

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]