Der Blutharsch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Der Blutharsch
Derblutharsch.jpg
Albin Julius e Marthynna dei Der Blutarsch
Paese d'origine Austria Austria
Genere Martial industrial
Neofolk
Rock psichedelico
Periodo di attività musicale 1996 – in attività
Etichetta WKN
Album pubblicati 11
Studio 10
Live 0
Raccolte 1
Gruppi e artisti correlati The Moon Lay Hidden Beneath A Cloud, Death in June, Wertham
Sito ufficiale

Der Blutharsch è un gruppo neofolk/industrial fondato da Albin Julius in Austria nel 1996, inizialmente come progetto musicale solista, parallelo a The Moon Lay Hidden Beneath A Cloud.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Der Blutharsch nasce come progetto collaterale del precedente gruppo di Julius, The Moon Lay Hidden Beneath A Cloud. La prima pubblicazione con il nome Der Blutharsch è un picture disc omonimo a tiratura limitata a 250 copie uscito nel 1996. I primi brani realizzati da Der Blutharsch hanno una sonorità molto vicina al dark ambient su cui si inseriscono campionature di registrazioni d'epoca e rumorismi di tipo post-industrial.

Nel prosieguo della carriera la sua opera diventa via via più energica, sviluppando uno stile musicale abbastanza pomposo ed approdando ad una forma di martial industrial che si concretizza nell'uso di una strumentazione neoclassica[Che significa?!] unita ad un certo gusto per la sperimentazione. I temi trattati e l'immaginario evocato derivano per lo più dalla storia dalla Mitteleuropa.

Con la pubblicazione di Time Is Thee Enemy! nel 2003, Julius decide di dare una svolta all'impostazione del progetto rendendolo molto più simile ad un gruppo rock e abbandonando i tratti marziali che restano confinati al materiale promozionale. Der Blutharsch non sembra più configurarsi come un progetto solista, ma come un autentico gruppo musicale. Le esibizioni dal vivo hanno ulteriormente delineato questa evoluzione, riposizionando il gruppo nel filone del rock psichedelico. In conseguenza di questo tutti i riferimenti di tipo storico sono scomparsi dai nuovi loghi e dalle copertine dei dischi: il nuovo materiale presenta invece riferimenti a droghe come i funghi allucinogeni.

Le esibizioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

I primi spettacoli solisti di Der Blutharsch, vedono Albin Julius presentarsi come solista ed eseguendo musica elettronica. Più tardi sul palco Der Blutharsch appare come un ensemble di due o tre musicisti, introducendo rullate marziali di tamburi e aggiungendo brani recitativi. Un esempio dello stile di questo periodo è presente nella videocassetta Gold gab ich für Eisen del 1999. In seguito Der Blutharsch' è diventato un vero e proprio gruppo musicale, con strumenti acustici e con l'aggiunta di una voce femminile, la cantante Marthynna.

Nella primavera del 2006 i Der Blutharsch danno vita a quello che annunciano essere il loro ultimo tour, in realtà continueranno con altri concerti.

La WKN[modifica | modifica wikitesto]

Praticamente tutto il materiale di Der Blutharsch viene stampato per la WKN, acronimo di Wir Kapitulieren Niemals ("Non ci arrenderemo mai", in italiano), etichetta discografica di proprietà dello stesso Albin Julius.

Simbolismo ed estetica[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi tempi come logo di Der Blutharsch viene utilizzato il simbolo composto da una singola runa Sig, inserita in uno scudo triangolare con la scritta Der Blutharsch, realizzata con il carattere Fraktur, nella parte superiore. Questo simbolo compare in tutte le prime pubblicazioni in vinile e nel primo sito web ufficiale.

In seguito il simbolo originale viene sostituito da una Croce di Ferro ornata da foglie di quercia. Il nuovo simbolo compare anche nelle riedizioni del vecchio materiale.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

I detrattori di Julius etichettano spesso il suo lavoro come fascista. Questo soprattutto a causa dell'estetica e dei ritmi marziali utilizzati, e dell'utilizzo di immagini risalenti al Terzo Reich. Albin Julius ha sempre smentito questa interpretazione.[senza fonte]

Der Blutharsch ha peraltro pubblicato un 7 " split in collaborazione con il gruppo neofascista italiano Zetazeroalfa intitolato Rose rosse ossa rotte.[1]. Nel 2008 ha pubblicato un altro 7" split con il gruppo neofascista italiano Sottofasciasemplice.[2] Ha tuttavia collaborato anche con gruppi anarchici o comunque di sinistra come ad esempio i Terroritmo.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1996 - Der Blutharsch
  • 1998 - Der Sieg des Lichtes ist der Lebens Heil!
  • 1998 - Der Gott der Eisen wachsen liess
  • 1999 - Gold gab ich für Eisen
  • 1999 - The Pleasures Received in Pain
  • 2000 - The Long Way Home
  • 2000 - The Track of the Hunted
  • 2002 - When all else fails!
  • 2004 - Time is thee enemy!
  • 2004 - Speech of Truth Will Be Eternal
  • 2005 - Live At The Monastery
  • 2005 - When Did Wonderland End?
  • 2006 - Live In Copnehagen
  • 2007 - The Philosopher's Stone
  • 2008 - Kreuzung Drei split con Reutoff
  • 2009 - Flying High!
  • 2009 - A Night Of Confusion
  • 2010 - Live In Leiden

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1996 - First

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • 1999 - Der Tod Im Juni

Video[modifica | modifica wikitesto]

  • 1999 - Gold gab ich für Eisen

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Discografia, su zetaseroalfa.org.
  2. ^ (EN) Der Blutharsch/Sottofasciasemplice ‎– Untitled, su Discogs, Zink Media.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]