Zeta (rivista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zeta/PCZeta
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
Periodicitàmensile
GenereVideogiochi
Fondazionefebbraio 1995
Chiusuramarzo 2001
Inserti e allegatiCD-ROM (dal 1997/1998)
EditoreStudio Vit - Il mio castello editore
DirettoreRiccardo Albini
Redattore capoAndrea Minini Saldini (1995-1997)
 

Zeta, nell'ultimo periodo PCZeta, è stata una rivista italiana dedicata ai videogiochi, pubblicata a partire dal febbraio 1995.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Realizzata e edita dallo Studio Vit dopo avere lasciato la redazione di K, nasce inizialmente come rivista indipendente e ospita recensioni di videogiochi per MS-DOS/Windows, Amiga, Macintosh e console a 32 bit come 3DO, PlayStation e Sega Saturn, ma passa presto a concentrarsi solo sui computer. Il primo capo redattore è stato Andrea Minini Saldini e rimase in tale ruolo fino al maggio del 1997.

A partire dal numero 20 di novembre 1996, Zeta viene acquistata da Il mio castello editore, e subisce profonde modifiche: viene aggiunto il sottotitolo Giochi per computer, venne cambiato il supporto cartaceo e da brossurata diventa spillata.

In seguito furono allegati dei demo-CD, con incremento del prezzo di copertina di quella che fino ad allora era stata una delle testate più economiche del settore (inizialmente 6000 lire).

Dopo poche uscite, a fronte di contrasti tra redazione e proprietà, Zeta viene riacquistata dallo Studio Vit che rientra anche nel ruolo di editore, mentre Il mio castello realizza nel frattempo Giochi per il mio computer.

Intorno al 1998 la rivista utilizza in licenza anche materiale tradotto proveniente dalla rivista britannica PC Zone della Dennis Publishing[1].

Nel 1999 Zeta cambierà titolo in PCZeta. Inizia la pratica di allegare alla rivista un gioco completo senza aumento di prezzo, scelto tra titoli di secondo piano ma dal buon riscontro critico o tra titoli di primo livello ma ormai vecchi. Nonostante in alcune uscite fossero allegati due giochi completi, alcune uscite vennero compromesse da problemi con i sistemi anticopia (tra questi, Airline Tycoon).

La testata chiuse nel marzo 2001 perché ormai economicamente in perdita; la redazione passò a occuparsi del sito kwVideogiochi.it, facente parte di Kataweb e già attivo dall'ottobre 2000[2]. Il sito cessò a sua volta gli aggiornamenti nel novembre 2002[3].

Elenco uscite[modifica | modifica wikitesto]

L'elenco delle uscite potrebbe non essere esatto (in corsivo i numeri dei quali non vi è conferma dell'esatta data di pubblicazione)

  Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
1995 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
1996 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21
1997 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32
1998 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44
1999 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56
2000 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66
2001 67 68 69

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cfr. ad es. Zeta n° 43 e 44, p. 4
  2. ^ PCZeta n° 69, editoriale
  3. ^ kwVideogiochi, su kwvideogiochi.kataweb.it (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2002).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]