Volo First Air 6560

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
First Air 6560
Il Boeing 737-200 della First Air coinvolto nell'incidente
Il Boeing 737-200 della First Air coinvolto nell'incidente
Tipo di evento errore del pilota, disinserimento autopilota, condizioni meteo
Data 20 agosto 2011
Luogo presso Resolute
Stato Canada Canada
Coordinate 74°43′01″N 94°58′10″W / 74.716944°N 94.969444°W74.716944; -94.969444Coordinate: 74°43′01″N 94°58′10″W / 74.716944°N 94.969444°W74.716944; -94.969444
Tipo di aeromobile Boeing 737-210C
Operatore First Air
Numero di registrazione C-GNWN
Partenza Aeroporto di Yellowknife, Territori del Nord-Ovest, Canada
Destinazione Aeroporto di Resolute Bay, Nunavut, Canada
Passeggeri 11
Equipaggio 4
Vittime 12
Feriti 3
Sopravvissuti 3
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Canada
Volo First Air 6560

[1]

voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

Il volo First Air 6560 è stato un volo charter con partenza dall'aeroporto di Yellowknife, Yellowknife, Canada e con destinazione l'aeroporto di Resolute Bay, Resolute. Il 20 agosto 2011, il Boeing 737 che operava il volo si è schiantato in fase di atterraggio vicino a Resolute. Delle quindici persone a bordo, undici passeggeri e quattro membri dell'equipaggio, dodici sono morte e le restanti tre sono rimaste ferite.[2]

Le Indagini[modifica | modifica wikitesto]

L'incidente è stato investigato dall'Agenzia Canadese sulla Sicurezza dei Trasporti. Il rapporto preliminare pubblicato il 5 gennaio 2012 classificava l'incidente come impatto col suolo in condizioni di volo controllato. Il rapporto accertava che due secondi prima dell'impatto l'equipaggio di condotta aveva iniziato la procedura di mancato avvicinamento. L'equipaggio aveva già terminato la lista di controlli per l'atterraggio, gli ipersostentatori (Flaps) erano alla posizione 40, cioè completamente estesi per l'atterraggio, l'aereo stava volando a una velocità di 157 nodi (291 km/h; 181 mph) e il carrello di atterraggio era correttamente estratto e bloccato. Entrambi i motori funzionavano e producevano spinta al momento dell'impatto. Il velivolo aveva seguito il sentiero di avvicinamento strumentale ILS a causa della scarsa visibilità e l'investigazione successiva all'incidente ha rilevato che il sistema ILS dell'aeroporto funzionasse correttamente. Difatti un altro velivolo atterrò 20 minuti dopo l'incidente del volo 6560 utilizzando un avvicinamento strumentale ILS.

Il 25 marzo 2014 la commissione d'inchiesta pubblicò la relazione finale sull'evento. La conclusione delle investigazioni fu che il velivolo mancò il segnale di asse pista durante la virata finale volata tramite l'autopilota ma un movimento innavertito del volantino determinò un cambio di modalità di funzionamento dell'autopilota. Come conseguenza, l'autopilota non completò la virata per inteccettare e seguire il segnale di asse pista dell'ILS e invece livellò le ali. Sovraccaricati dalle operazioni di preparazione all'atterraggio nessuno dei due piloti si accorse del cambio di modalità dell'autopilota. Il velivolo aveva una bussola mal funzionante che forniva indicazioni errate agli strumenti (anche se il GPS e l'ILS stavano fornendo indicazioni corrette), a causa di ciò il comandante credette di star volando verso Ovest e che avrebbe riattraversato il segnale dell'asse pista piuttosto che seguirlo. In realtà l'aereo stava volando più o meno parallelo alla pista e il vento da sud-ovest lo stava spingendo ulteriormente verso est. Il primo ufficiale espresse dubbi sulla correttezza di indicazione della prua magnetica e suggerì più volte un mancato avvicinamento, ma il comandante ignorò i suoi suggerimenti. Un tentativo di mancato avvicinamento fu iniziato quando il sistema di allarme di prossimità al suolo (GPWS) entrò in funzione indicando un impatto imminente, ma non ci fu tempo a sufficienza per guadagnare quota sufficiente prima dell'impatto.

La relazione impose alla compagnia aerea e all'agenzia di controllo sull'aviazione civile di standardizzare e migliorare le comunicazioni e cooperazione fra i membri di equipaggio la cui assenza fu la causa ultima dell'incidente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Simon Hradecky, Crash: First Air B732 near Resolute Bay on Aug 20th 2011, impacted terrain, in The Aviation Herald, 20 agosto 2011. URL consultato il 20/08/2011.
  2. ^ Boeing 737 precipita in Canada, in Corriere della Sera, 20 agosto 2011. URL consultato il 21/08/2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Template interprogetto vuoto e senza dati da recuperare da Wikidata

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aviazione