Volo DHL OO-DLL

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volo DHL OO-DLL
Tipo di eventoIncidente
Data22 novembre 2003
Tipoattacco con missile terra-aria
LuogoBagdad
StatoIraq Iraq
Coordinate33°15′45″N 44°14′04″E / 33.2625°N 44.234444°E33.2625; 44.234444Coordinate: 33°15′45″N 44°14′04″E / 33.2625°N 44.234444°E33.2625; 44.234444
Tipo di aeromobileAirbus A300B4-203F
OperatoreEuropean Air Transport (DHL)
Numero di registrazioneOO-DLL
PartenzaAeroporto internazionale di Bagdad
DestinazioneAeroporto Internazionale del Bahrein
Passeggeri0
Equipaggio3
Vittime0
Sopravvissuti3
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Iraq
Volo DHL OO-DLL
i dati sono estratti da:
Aviation Safety Network[1]
voci di incidenti aerei presenti su Wikipedia

L'incidente del volo DHL OO-DLL fu un incidente aereo avvenuto il 22 novembre 2003 alle ore 09:00 locali, a Bagdad, in Iraq, nel quale un aereo da trasporto della compagnia aerea cargo European Air Transport (DHL) in fase di decollo dall'Aeroporto internazionale di Bagdad venne colpito da un missile terra-aria che danneggiò la semiala sinistra, costringendo il suo equipaggio ad un atterraggio di emergenza.[1]

Il danno sull'ala, dovuto anche ad un incendio del combustibile contenuto nel serbatoio integrato, causò una perdita di pressione in tutti e tre i sistemi idraulici presenti sull'aereo, impossibilitando i piloti ad agire sui controlli essenziali di volo, quali il timone ed i flap. Governando l'aereo variando la potenza dei motori, l'equipaggio riuscì ad atterrare dopo 16 minuti senza conseguenze per la propria incolumità.[1]

Si tratta di uno dei pochi casi in cui un aereo riuscì ad atterrare in relativa sicurezza dopo la perdita di tutti i sistemi idraulici e, di conseguenza, delle superfici di controllo direzionali. Diversi incidenti simili ebbero un esito disastroso, come nel caso del volo Japan Airlines 123 e del volo United Airlines 232.

Storia del volo[modifica | modifica wikitesto]

Il volo DHL OO-DLL viene autorizzato al decollo dalla pista 15L dall'Aeroporto Internazionale di Baghdad alle ore 09:00 locali (ore 06:00 UTC)[2] con una procedura di decollo speciale.

La procedura, in atto per ridurre il rischio di essere colpiti da un missile terra-aria, prevedeva alcuni accorgimenti per velocizzare la fase di salita[3]:

  • decollo con un peso ridotto (100 tonnellate contro un massimo di 165.9)
  • massima potenza al decollo
  • flap a zero, slat al minimo
  • ascesa a velocità ottimale (215 nodi)

L'equipaggio effettuò le manovre previste, ma non poté evitare l'impatto con il missile Strela-3 a quota 8000 ft[2] che colpì l'aereo nella parte posteriore della semiala sinistra.

I danni al velivolo[modifica | modifica wikitesto]

L'aeromobile ha riportato i seguenti danni dopo l'esplosione[3]:

  • Perdita immediata di due dei tre sistemi idrauilici (il terzo verra' perso 20 secondi dopo l'impatto)
  • L'ala sinistra prende fuoco e continua a bruciare fino all'atterraggio, anche grazie all'enorme quantità di carburante che fuoriesce dall'ala.
  • Una parte significativa dell'ala sinistra è gravemente danneggiata, causando problemi di asimmetria nella portanza dei velivolo.

Fortunatamente entrambi i motori risultano perfettamente funzionanti. La perdita anche di uno solo di essi, avrebbe probabilmente comportato l'impossibilità di proseguire il volo.

L'equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

L'equipaggio (uniche persone a bordo del velivolo) era composto da[3]:

  • Capitano Eric Gennotte,38 anni, 3300 ore di volo di cui 1786 su A300
  • Copilota Steeve Michielsen,29 anni, 1275 ore di volo di cui 199 su A300
  • Ingegnere di volo Mario Rofail,54 anni 13424 ore di volo di cui 1709 su A300

L'aereo dopo l'incidente[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'incidente l'aereo, seriamente danneggiato, è stato dismesso; i resti si trovano all'aeroporto di Baghdad[4].

Il volo DHL OO-DLL nei media[modifica | modifica wikitesto]

L'incidente del volo DHL OO-DLL è stato analizzato nell'episodio DHL A300 - Attentato a Baghdad della terza stagione del documentario Indagini ad alta quota trasmesso da National Geographic Channel.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c ASN Aircraft accident Airbus A300B4-203F OO-DLL Baghdad in Aviation Safety Network.
  2. ^ a b (EN) Special planes: OO-DLL hit above Bagdad, su eurotrib.com, 30 aprile 2006. URL consultato il 22 luglio 2014.
  3. ^ a b c (EN) Yannick MALINGE, A300 MSN 093 OO-DLL hit by missile in BAGDAD (PDF), Airbus. URL consultato il 22 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 25 giugno 2005).
  4. ^ Foto dell'aereo nel 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]