Vighizzolo d'Este

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vighizzolo d'Este
comune
Vighizzolo d'Este – Stemma
Vighizzolo d'Este – Veduta
Municipio
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Padova-Stemma.png Padova
Amministrazione
Sindaco Andrea Vanni (lista civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate 45°11′N 11°38′E / 45.183333°N 11.633333°E45.183333; 11.633333 (Vighizzolo d'Este)Coordinate: 45°11′N 11°38′E / 45.183333°N 11.633333°E45.183333; 11.633333 (Vighizzolo d'Este)
Altitudine 11 m s.l.m.
Superficie 17,08 km²
Abitanti 924[1] (31-12-2015)
Densità 54,1 ab./km²
Comuni confinanti Carceri, Este, Piacenza d'Adige, Ponso, Sant'Urbano, Villa Estense
Altre informazioni
Cod. postale 35040
Prefisso 0429
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 028098
Cod. catastale L878
Targa PD
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti vighizzolesi
Patrono San Giovanni Battista
Giorno festivo 24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vighizzolo d'Este
Vighizzolo d'Este
Vighizzolo d'Este – Mappa
Posizione del comune di Vighizzolo d'Este all'interno della provincia di Padova
Sito istituzionale

Vighizzolo d'Este (Vighisol in veneto) è un comune italiano di 924 abitanti[1] della provincia di Padova in Veneto.

Piccolo paese della bassa padovana un po' discosto dalle più importanti vie di comunicazione, Vighizzolo presenta una economia prevalentemente agricola.

Chiesa, Vighizzolo d'Este

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini sono molto antiche, il nome sembra che derivi da “Viculus” (ovvero piccolo villaggio); le prime notizie scritte portano la data dell'anno 980 d.C. in un documento per la permuta di terreni tra il vescovo di Verona e due coniugi di Monselice. Dopo di questo si hanno altri documenti dove è indicato il paese "Vigizolo", uno del 1077 dove l'imperatore Enrico IV indicava i possedimenti dei marchesi d'Este.

Il paese a quel tempo era un susseguirsi di paludi e canali con un lago che doveva essere alquanto pescoso ed il paese si trovava proprio su l'unico punto di passaggio tra questi canali.

Vista l'importanza del luogo ben presto sorse una fortificazione più volte distrutta e ricostruita: se ne ha l'ultima notizia nel 1483 da uno scritto di un viaggiatore "Vigizuol dov'è un castelletto che già io fu; vè castelan a £ 44 al mese, soldi 10. Or ne resta solo una torre sdruscida".

Nel 1248 subisce l'attacco di Ezzelino III da Romano, riconquistata nel 1323 da Corrado di Vigonza passa nel 1334 al marchese Malaspina, appoggiato dagli Scaligeri, signori di Verona. Dopo una parentesi di dominio del marchese Aldovrandino d'Este, è ceduta ai Carraresi. Nel 1405, come tutto il territorio circostante, entrerà a far parte dei domini della Repubblica di Venezia.

Nel Cinquecento con l'avvento della Repubblica di Venezia si hanno le prime opere di bonifica che furono completate solo nel 1920-21.

Della chiesa parrocchiale dedicata a San Giovanni Battista si ha notizia dal 1077. Nel 1178 viene citata in un atto di donazione del vescovo Di Padova al monastero di Carceri: di tale chiesa non conosciamo l'aspetto, mentre sappiamo che nel 1489 essa risultava quadrata con un'area di circa 10 metri e un campanile sul lato sinistro. Subì diversi rifacimenti per prendere la forma attuale nel 1757 in stile barocco.[2]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Festa paesana: prima domenica di agosto "Sagra della Madonna della neve"

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Storia di Vighizzolo d'Este, italiapedia.it.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Padova Portale Padova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Padova