Versioni siriache della Bibbia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mosè davanti al faraone. Bibbia siriaca di Parigi (Folio 8rr)
Vangelo di Rabbula (Folio 4v). Canoni di Eusebio di Cesarea
Vangelo di Rabbula (Folio 1a). Raduno degli Apostoli per eleggere il dodicesimo testimone al posto di Giuda
Vangelo di Rabbula (Folio 13v). L'ascensione

Le versioni siriache della Bibbia sono le antiche traduzioni della Bibbia in lingua siriaca.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Letteratura siriaca.

La Siria ha svolto un ruolo importante nella storia del cristianesimo delle origini: qui furono probabilmente scritti il Vangelo secondo Matteo e il Vangelo secondo Luca, la Didaché e il Vangelo di Tommaso; qui la lingua greca era in contatto con la lingua aramaica nella varietà siriaca, la quale ha una stretta relazione con il dialetto di ceppo aramaico parlato da Gesù e dagli apostoli. Probabilmente molte traduzioni sono andate perdute. La maggior parte dei manoscritti sono oggi custoditi nelle biblioteche europee come la British Library di Londra. Oltre che dagli Stati della Siria storica, essi provennero da Stati quali Egitto, Armenia, Georgia, India e perfino Cina. Queste antiche traduzioni della Bibbia in siriaco testimoniano l'intensa attività della Chiesa siriaca, che iniziò scrivendo soprattutto per la gente comune che non aveva accesso al greco, ma che arriverà di lì a poco alla stesura di una grande letteratura cristiana, ricca di tesori ma sconosciuta ai più a causa del suo carattere prevalentemente religioso, che tende ad allontanarla da un pubblico privo d'interessi specifici. Inoltre fu attraverso questa letteratura che gli Arabi appresero il sapere dei Greci.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Non sono propriamente versioni in siriaco, ma in dialetti aramaici giudaici affini al siriaco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Esistono diverse "armonie" talvolta identificate con quella di Tiziano, ma si tratta di una testimonianza del successo di tale genere letterario. La più nota è probabilmente l'Armonia evangelica di Dura-Europos. Molte delle "armonie evangeliche" europee derivano dal Codex Fuldensis.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kurt Aland e Barbara Aland, The Text of the New Testament: An Introduction to the Critical Editions and to the Theory and Practice of Modern Textual Criticism, 1995, Grand Rapids, Michigan.
  • F. G. Kenyon, Our Bible and the Ancient Manuscripts (IV ed.), Londra 1939.
  • Bruce M. Metzger, The Early Versions of the New Testament, Clarendon Press, Oxford 1977, pp. 3-98.
  • M. Black, K. Aland, Die alten Übersetzungen des Neuen Testaments, die Kirchenväterzitate und Lektionare: der gegenwärtige Stand ihrer Erforschung und ihre Bedeutung für die griechische Textgeschichte, Wissenschaftliche Beirat des Instituts für neutestamentliche Textforschung, Berlino 1972.
  • W. Wright, Catalogue of the Syriac Manuscripts in the British Museum, Gorgias Press LLC 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]