Vermisat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vermisàt
Titolo originale Vermisàt
Paese di produzione Italia
Anno 1974
Durata 90 min
Genere drammatico
Regia Mario Brenta
Soggetto Mario Brenta e Piergiuseppe Murgia
Sceneggiatura Mario Brenta e Piergiuseppe Murgia
Fotografia Dimitri Nicolau
Montaggio Sergio Nuti
Musiche Nicola Piovani
Interpreti e personaggi
Premi

Vermisàt è un film del 1974 diretto dal regista Mario Brenta.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Tagrana è un emarginato: senza fissa dimora, senza lavoro, per vivere raccoglie vermi nei fossati del milanese (da qui il suo soprannome: Vermisàt), per venderli come esche.

Vermisàt entra ed esce dagli ospedali e dal carcere, dove però è un numero, più che una persona. Solo l'incontro con una prostituta, Maria, sola come lui, sembra lenire la solitudine di entrambi.

Tuttavia, costretto a cacciare i vermi di notte per paura dei contadini, prende la polmonite ed è costretto all'ennesimo ricovero. Non si fida delle medicine dell'ospedale, non le assume, e si fa dimettere, senza che i medici facciano alcuna resistenza: finisce così nelle mani di un ciarlatano, il Medicon, che non solo gli fornisce delle medicine fasulle in cambio di sangue, ma gli soffia anche Maria.

Di nuovo solo, si allontana da Milano, finendo nuovamente in un istituto di cura.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vermisat - Un Film di Mario Brenta (Italia, 1974), lombardia.cisl.it. URL consultato l'11 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema