Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ventotto case

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Costellazioni cinesi.

Le ventotto case dell'astronomia cinese

Le ventotto case (二十八宿S, Èr Shí Bā XiùP), hsiu, xiu[1] o sieu[2] fanno parte del sistema delle costellazioni cinesi. Esse possono essere considerate come l'equivalente delle costellazioni zodiacali nell'astronomia occidentale, benché le ventotto case riflettano il movimento della Luna lungo un mese siderale piuttosto che quello del Sole in un anno tropico. Le case lunari erano in uso in altre parti dell'Asia, incluso l'antico Giappone; il Bansenshūkai, scritto da Fujibayashi Yasutake, menziona il sistema parecchie volte e include un'immagine delle ventotto case.[3]

Un altro sistema simile, chiamato nakshatra, si usa nell'astronomia indiana tradizionale.[4]

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

Gli antichi astronomi cinesi dividevano l'eclittica del cielo in quattro regioni, notte collettivamente come i Quattro Simboli, ciascuno assegnato a un misterioso animale. Essi sono il Drago Azzurro (青龍) a est, la Tartaruga Nera (玄武) a nord, la Tigre Bianca (白虎) a ovest e l'Uccello Vermiglio (朱雀) a sud. Ciascuna regione contiene sette case, facendo un a totale di 28 case. Queste case o xiù corrispondono alle longitudini lungo l'eclittica che la Luna attraversa durante il suo viaggio di 27,32 giorni intorno alla Terra e servono come modo per tracciare il progresso della Luna. Nel taoismo sono legati a 28 28 generali cinesi.[5]

Lista delle case[modifica | modifica wikitesto]

I nomi e le stelle determinative delle case sono:[6][7]

Quattro Simboli
(四象)
Casa (宿)
Numero Nome (pinyin) Traduzione Stella determinativa
Drago Azzurro
dell'Est

(東方青龍)
Primavera
1 角 (Jiǎo) Corno α Vir
2 亢 (Kàng) Collo κ Vir
3 氐 (Dǐ) Radice α Lib
4 房 (Fáng) Stanza π Sco
5 心 (Xīn) Cuore σ Sco
6 尾 (Wěi) Coda μ Sco
7 箕 (Jī) Setaccio γ Sgr
Tartaruga Nera
del Nord

(北方玄武)
Inverno
8 斗 (Dǒu) Mestolo (Meridionale) φ Sgr
9 牛 (Niú) Bue β Cap
10 女 (Nǚ) Ragazza ε Aqr
11 虛 (Xū) Vuoto β Aqr
12 危 (Wēi) Tetto α Aqr
13 室 (Shì) Accampamento α Peg
14 壁 (Bì) Muro γ Peg
Tigre Bianca
dell'Ovest

(西方白虎)
Autunno
15 奎 (Kuí) Gambe η And
16 婁 (Lóu) Legame β Ari
17 胃 (Wèi) Stomaco 35 Ari
18 昴 (Mǎo) Testa Pelosa 17 Tau
19 畢 (Bì) Rete ε Tau
20 觜 (Zī) Becco di Tartaruga λ Ori
21 參 (Shēn) Tre Stelle ζ Ori
Uccello Vermiglio
del Sud

(南方朱雀)
Estate
22 井 (Jǐng) Pozzo μ Gem
23 鬼 (Guǐ) Fantasma θ Cnc
24 柳 (Liǔ) Salice δ Hya
25 星 (Xīng) Stella α Hya
26 張 (Zhāng) Rete stesa υ¹ Hya
27 翼 (Yì) Ali α Crt
28 軫 (Zhěn) Carro γ Crv

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gary D. Thompson chapter 11-24 Archiviato il 26 gennaio 2011 in Internet Archive.
  2. ^ Richard Hinckley Allen, Star Names: Their Lore and Meaning, su penelope.uchicago.edu. URL consultato il 7 marzo 2016.
  3. ^ Copia archiviata, su ninpo.org. URL consultato il 12 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 1º giugno 2010).
  4. ^ CBETA T21 No. 1299《文殊師利菩薩及諸仙所說吉凶時日善惡宿曜經》卷1 Archiviato il 23 settembre 2015 in Internet Archive.
  5. ^ 统天殿 Archiviato il 22 novembre 2005 in Internet Archive.
  6. ^ The Chinese Sky, International Dunhuang Project. URL consultato il 25-06-2011 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2015).
  7. ^ Xiaochun Sun, Encyclopaedia of the History of Science, Technology, and Medicine in Non-Western Cultures, a cura di Helaine Selin, Kluwer Academic Publishers, 1997, pp. 517, ISBN 0-7923-4066-3. URL consultato il 25-06-2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]