Valide Sultan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valide Sultan

Valide Sultan (o Sultan Valide) (letteralmente "madre del sultano") era il titolo che portava la madre di un sultano regnante nel impero ottomano[1]. Il titolo è spesso tradotto nelle lingue europee come "Regina madre", benché il ruolo giocato da essa fosse diverso essendo la Valide, come tutte le donne della corte sultanale, formalmente una schiava costretta a trascorre la sua vita all'interno dell'harem.

Il ruolo della Valide Sultan era il più importante dopo quello del Sultano, avendo una significativa influenza negli affari di stato. In particolare nel XVII secolo, si succedettero una serie di sultani poco competenti o di giovane età, lasciando spazio al rafforzamento della figura della Valide, tanto che questo periodo viene definito il Sultanato delle donne[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "The Ottoman Lady: A Social History from 1718 to 1918", by Fanny Davis, 1986, ISBN 0-313-24811-7, Section "The Valide"
  2. ^ Peirce, L (1993), The Imperial Harem: Women and Sovereignty in the Ottoman Empire, Oxford University Press, ISBN 0-19-508677-5.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]