Tommaso Solari (scultore, Napoli)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo d'Angiò presso il Palazzo Reale di Napoli

Tommaso Solari (Napoli, 4 settembre 18201889 o 1897) è stato uno scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una famiglia di artisti, il nonno Tommaso e il padre Angelo, che inizialmente voleva il figlio architetto, erano entrambi scultori, studia per diventare scultore prima a Napoli e poi a Roma, dove partecipa a diverse esposizioni, conquistando anche dei premi, e alla scuola di nudo.

Partecipa successivamente ad altre espozione come a Firenze, dove vince la medaglia di merito, o alla Grande esposizione delle opere dell'industria di tutte le Nazioni di Londra del 1851, aggiudicandosi una medaglia commemorativa. Diventa scultore aggiunto all'Accademia di belle arti di Napoli e professore accademico presso l'Accademia nazionale di San Luca a Roma: tra i suoi studenti figurano Giuseppe Renda, Achille D'Orsi e Raffaele Belliazzi.

Molte delle sue opere si custodiscono a Napoli, dove venne anche nominato consigliere della commissione municipale per la conservazione dei monumenti: lavorò a sculture ad esempio per il Palazzo Reale e per il cimitero di Poggioreale[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Camillo Benso conte di Cavour, comune.napoli.it. URL consultato il 29 aprile 2017.
  2. ^ Ha realizzato uno dei leoni, quello minaccioso.
  3. ^ Touring Club Italiano, p. 290.
  4. ^ Ha realizzato le scene del basamento.
  5. ^ Touring Club Italiano, p. 108.
  6. ^ Touring Club Italiano, p. 603.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]