The Willy Wonka Candy Company

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Willy Wonka Candy Company
Logo
Stato  Stati Uniti
Fondazione1971 a Chicago
Sede principaleChicago
GruppoFerrero
SettoreAlimentare
Prodotti
Slogan«What will he think of next?»
Sito webwww.wonka.com e www.laoom.es

The Willy Wonka Candy Company è un marchio di dolciumi di proprietà della multinazionale Ferrero dal 2018.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il marchio e i suoi prodotti sono basati sui personaggi e sui nomi creati da Roald Dahl nei suoi libri per ragazzi Charlie e la fabbrica di cioccolato e Il grande ascensore di cristallo da cui sono stati tratti due film, uno nel 1971 e l'altro nel 2005. Il marchio cominciò a essere commercializzato nel 1971 quando la Breaker Confections di Chicago acquistò i diritti per pubblicizzare i propri prodotti in seguito al successo del primo film, e nel 1980 cambiò il proprio nome in quello attuale. Otto anni dopo l'azienda venne acquistata dal colosso alimentare Nestlè, per poi passare nel 2018 alla multinazionale italiana Ferrero.[1][2][3]

Nella pubblicizzazione dei suoi prodotti la compagnia usa immagini e animazioni incentrate sul personaggio di Willy Wonka, disegnato ispirandosi congiuntamente alle illustrazioni dei libri di Dahl realizzate da Quentin Blake e a look e interpretazione di Gene Wilder nel film del 1971 diretto da Mel Stuart. Nelle versioni animate degli spot televisivi la voce è di Maurice LaMarche. I nomi dei prodotti riprendono quelli estremamente fantasiosi dei libri di Dahl.

Mercati[modifica | modifica wikitesto]

Il marchio è estremamente popolare nei paesi di lingua anglosassone, questo è dovuto alla maggior fama della storia e dei protagonisti a cui è ispirato; in particolare nel Regno Unito, negli USA, in Australia e Nuova Zelanda. Nell'Europa continentale esso è meno rinomato ed in altri è stato lanciato in seguito al successo del film di Tim Burton nel 2005. In Italia esistono alcuni negozi che vendono i prodotti Wonka.

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

  • Bottle Caps
  • Everlastin' Chew
  • Dinosour Eggs
  • Dweebs
  • Everlasting Gobstopper
  • FruiTart Chews
  • Fun Dip
  • Laffy Taffy
  • Laffy Taffy "Flavor Flippers"
  • Lik-M-Aid
  • Nerds
  • Nerds Rope
  • Oompas
  • Pixy Stix
  • Punky's
  • Runts
  • Spree
  • SweeTarts
  • SweeTarts Rope
  • SweeTarts Shockers (conosciuti anche come "Shock Tarts")
  • SweeTarts Squeeze
  • Tart 'n' Tinys
  • Wacky Wafers
  • Volcano rocks
  • Super Skrunch Bar
  • Wonka Bars
  • Wonka Donutz

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessandro Chetta, Nutella entra nella fabbrica di Willy Wonka. E la compra, in Corriere della Sera, Torino, 16 gennaio 2018. URL consultato il 22 gennaio 2018.
  2. ^ Anna Muzio, Ferrero compra Willy Wonka (e l’intero business dolciario Nestlè USA), in InStore, Fiera Milano Media, 17 gennaio 2018. URL consultato il 22 gennaio 2018.
  3. ^ (EN) Rachel Sanderson, M&A: Ferrero spreads its chocolate empire, in Financial Times, Milano, 19 gennaio 2018. URL consultato il 22 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]