The Stooges (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Stooges

Artista The Stooges
Tipo album Studio
Pubblicazione agosto 1969(U.S.), settembre 1969 (U.K.)
Durata 34 min : 33 s
Dischi 1
Tracce 8
Genere[1] Hard rock
Garage rock
Rock and roll
Proto-punk
Etichetta Elektra Records
Produttore John Cale
Registrazione 19-21 giugno 1969
The Stooges - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1970)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Discogs 4.70/5 stelle
Ondarock Pietra miliare

The Stooges è l'album d'esordio dell'omonimo gruppo. Il disco mischia le sonorità di Chuck Berry con la psichedelia dei The Doors e Jimi Hendrix, dando agli strumenti le distorsioni dei Velvet Underground ed alle parole il timbro alla Mick Jagger.

La rivista Rolling Stone l'ha inserito al 185º posto della sua lista dei 500 migliori album[2].

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Il disco si apre col pezzo 1969, dove è esposta tutta la tendenza Rock & roll e Punk rock del gruppo. Si passa a I Wanna be Your Dog, uno dei brani più celebri del gruppo, dove le chitarre distorte accompagnano il timbro punk acido di Iggy Pop (che sarà ripreso anni dopo da Johnny Rotten con i suoi Sex Pistols). We Will Fall è una canzone che avrebbero benissimo potuto fare i The Doors (un misto fra The End di questi ultimi e Venus in Furs dei Velvet Underground): dieci minuti abbondanti di accompagnamento scarno e frasi da messa nera; non a caso a suonare la viola è John Cale, che faceva parte dei Velvet Underground. Mentre con No Fun e Not Right gli Stooges precorrono i tempi facendosi antenati dei primi Ramones (con ritmi però alla I'm Waiting for the Man dei Velvet Underground). Questo album li catapulta nella scena di Detroit (assieme agli MC5) e di tutti gli Stati Uniti come un fulmine a ciel sereno negli anni del festival di Woodstock e del "Flower Power".

Pur essendo diventato negli anni un album di culto per aver preceduto e quasi originato il fenomeno punk (Ramones e Sex Pistols come detto devono molto agli Stooges), all'epoca il disco vendette poco, facendo solo una fugace apparizione alla posizione no. 106 nella Billboard 200[3].

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tracklist originale[modifica | modifica sorgente]

  • Lato A
  1. 1969 - 4:05
  2. I Wanna Be Your Dog - 3:10
  3. We Will Fall - 10:15
  • Lato B
  1. No Fun - 5:15
  2. Real Cool Time - 2:29
  3. Ann - 3:00
  4. Not Right - 2:49
  5. Little Doll - 3:21

Ripubblicazione del 2005[modifica | modifica sorgente]

Il 16 agosto 2005, l'Elektra e la Rhino Records ripubblicarono il disco come un doppio album a prezzo speciale. Questa versione conteneva nel primo CD la versione rimasterizzata dell'album originale, mentre, sul secondo CD la seguente lista tracce:

  1. No Fun (original John Cale mix) – 4:43
  2. 1969 (original John Cale mix) – 2:45
  3. I Wanna Be Your Dog (original John Cale mix) – 3:26
  4. Little Doll (original John Cale mix) – 2:49
  5. 1969 (alternate vocal) – 4:47
  6. I Wanna Be Your Dog (alternate vocal) – 3:28
  7. Not Right (alternate vocal) – 3:12
  8. Real Cool Time (alternate mix) – 3:22
  9. Ann (full version) – 7:52
  10. No Fun (full version) – 6:49

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda sull'album da allmusic.com
  2. ^ (EN) The Rolling Stone Greatest Albums of All Time, Rollingstone.com. URL consultato il 29 gennaio 2010.
  3. ^ (EN) The Stooges (Charts & Awards), Allmusic.com. URL consultato il 29 gennaio 2010.