The Jacket

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Jacket
The Jacket (2005).png
Jack Starks (Adrien Brody)
Titolo originale The Jacket
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 2005
Durata 102 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller, fantascienza
Regia John Maybury
Soggetto Tom Bleecker, Marc Rocco (romanzo)
Sceneggiatura Massy Tadjedin
Produttore George Clooney e Steven Soderbergh
Casa di produzione Mandalay Pictures, Warner Independent Pictures, Section Eight Productions, VIP 2+3 Medienfonds
Distribuzione (Italia) Italian International Film
Fotografia Peter Deming
Montaggio Emma E. Hickox
Effetti speciali Louis Craig, David Harris, Ray Centropolis effects llc
Musiche Brian Eno
Scenografia Alan MacDonald
Costumi Douglas Hall
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Jacket è un film del 2005 diretto da John Maybury, liberamente ispirato al romanzo Il vagabondo delle stelle di Jack London del 1915, con Adrien Brody nella parte di Jack Starks, Keira Knightley nella parte di Jackie Price, Jennifer Jason Leigh nella parte della dottoressa Lorenson e con Kris Kristofferson nella parte del dottor Becker.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jack Starks, un sergente reduce della guerra del Golfo, soffre di amnesia post-traumatica. Accusato di omicidio, viene rinchiuso in un manicomio criminale e sottoposto ad una cura sperimentale a base di psicofarmaci. Mentre è legato con una camicia di forza gli vengono somministrate delle "medicine" che lo portano in un'altra dimensione spazio-temporale. Ritrovatosi, nel 2007 rincontra Jackie Price, una ragazza che nel 1992 quando era ancora bambina, insieme alla madre era stata aiutata dallo stesso Starks, il quale dopo aver riparato il guasto che aveva causato l'arresto della loro auto, le regala le proprie piastrine militari identificative.

Malgrado l'iniziale scetticismo da parte della ragazza, in quanto Jack Starks risulta essere deceduto il 1º gennaio del 1993 a causa di un colpo alla testa, Jackie decide di aiutarlo a scoprire le circostanze che hanno causato la sua morte. Dopo essere tornato nel presente attraverso la terapia (consistente oltre che nella somministrazione di farmaci, nel giacere per diverse ore all'interno di un lungo cassetto simile a quello degli obitori) Jack si sposta di tanto in tanto da una dimensione spazio-temporale all'altra, per poi riportare nel 1992 diverse informazioni apprese nel futuro, tra cui una inerente al caso di un bambino con problemi di apprendimento di cui si occupa la dottoressa Lorensen, che porterà alla totale guarigione del bambino.

Il primo gennaio del 1993, ovvero la sua data di morte, dopo aver consegnato una lettera alla madre di Jackie (all'interno della quale diceva che la donna sarebbe morta, in quanto svenuta con una sigaretta accesa, che avrebbe provocato un incendio), presso l'ingresso del manicomio Jack Starks finisce con lo scivolare sulla neve per poi battere violentemente la testa contro il pavimento. In punto di morte Jack chiede ai medici di ricorrere alla terapia, per tornare nel 2007 e salutare un'ultima volta Jackie. Una volta tornato nel futuro, sentendo Jackie parlare al telefono con la madre, il protagonista scopre che la lettera da lui scritta aveva impedito la morte della donna e di conseguenza apprende di aver cambiato il corso degli eventi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema