T'appartengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il singolo omonimo, vedi T'appartengo (singolo).
T'appartengo
Artista Ambra
Tipo album Studio
Pubblicazione 11 novembre 1994
Durata 33 min: 10 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Pop
Etichetta RTI Music
Produttore Stefano Acqua, Ernesto Migliacci
Registrazione Roma, 1994
Certificazioni
Dischi di platino Italia Italia (6)[1]
(Vendite: 370.000~)
Ambra - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1996)

T'appartengo è il primo album di Ambra Angiolini, pubblicato l'11 novembre 1994 dall'etichetta discografica RTI. È stato il più grande successo di Ambra come cantante, vendendo centomila copie nella prima settimana.[2] L'album prende il nome dal singolo omonimo, un rap-melodico.

L'album è stato pubblicato nuovamente il 24 giugno 2016 in vinile e in supporto digitale dalla Sony Music,[3] tornando in classifica dopo oltre vent'anni piazzandosi alla posizione 31.[4]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco è stato presentato nel 1994 durante l'ultima edizione della trasmissione televisiva Non è la RAI, condotta dalla stessa Ambra. Con la pubblicazione del singolo omonimo nello stesso anno e grazie alla quotidiana presenza in tv dell'artista, l'album è arrivato al sesto posto della classifica degli album più venduti in Italia.[5] In seguito a questo successo, l'anno seguente il disco viene pubblicato anche in Spagna e Sudamerica, con le stesse canzoni tradotte in castigliano ed intitolato Te pertenezco.

Il CD alterna canzoni d'amore (come Margheritando il cuore, E muoio e Che bisogno d'amore) ad altre di temi più leggeri (come Si parte stanotte e Immagina che bello).

Considerato il responso positivo del pubblico, con circa 370.000 copie vendute solo in Italia[6] l'album arriva a conquistare tre dischi di platino,[7] tanto da indurre la sua casa di produzione a dare vita a una sua riedizione speciale, con una nuova traccia ed un remix della stessa.

La promozione del disco si è conclusa nel 1995 con un tour, le cui date si concentravano il sabato e la domenica così da permettere alla Angiolini di continuare a condurre il programma pomeridiano di Italia 1,[7] e la partecipazione di Ambra al Festivalbar 1995 con un secondo singolo, L'ascensore, e con Che bisogno d'amore.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. T'appartengo – 3:25 (Assolo, Franco Migliacci, Ernesto Migliacci, Stefano Acqua, Ernesto Migliacci)
  2. L'ascensore – 3:05 (Peppi Nocera, Stefano Magnanensi)
  3. Margheritando il cuore – 3:23 (Assolo, Bruno Zambrini)
  4. E muoio – 3:19 (Peppi Nocera, Franco Bracardi)
  5. Che bisogno d'amore – 3:37 (Assolo, Ernesto Migliacci, Roberto Zappalorto)
  6. Si parte stanotte – 3:06 (Assolo, Ernesto Migliacci, Roberto Zappalorto)
  7. Immagina che bello – 3:49 (Assolo, Ernesto Migliacci, Roberto Zappalorto)
  8. Lunedì martedì – 3:55 (Assolo, Stefano Acqua)
  9. T'appartengo (remix) – 5:31 (Assolo, Franco Migliacci, Ernesto Migliacci, Stefano Acqua, Ernesto Migliacci)

Versione spagnola[modifica | modifica wikitesto]

La versione spagnola dell'album, chiamata Te Pertenezco, conteneva tutte le canzoni tradotte in lingua spagnola, con l'aggiunta di Nel cuore nell'anima e di una versione dance del remix di T'appartengo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Te pertenezco – 3:25 (Assolo, Franco Migliacci, Ernesto Migliacci, Stefano Acqua, Ernesto Migliacci)
  2. Margaritando amores – 3:23 (Assolo, Bruno Zambrini)
  3. Lunes Martes – 3:55 (Assolo, Stefano Acqua)
  4. Imaginarme quiero – 3:49 (Assolo, Ernesto Migliacci, Roberto Zappalorto)
  5. Nel cuore nell'anima – 3:07 (testo: Mogol – musica: Lucio Battisti)
  6. El ascensor – 3:05 (Peppi Nocera, Stefano Magnanensi)
  7. Partimos esta noche – 3:06 (Assolo, Ernesto Migliacci, Roberto Zappalorto)
  8. Me muero – 3:19 (Peppi Nocera, Franco Bracardi)
  9. Necesito amarte – 3:37 (Assolo, Ernesto Migliacci, Roberto Zappalorto)
  10. T'appartengo (REMIX) – 4:35 (Assolo, Franco Migliacci, Ernesto Migliacci, Stefano Acqua, Ernesto Migliacci)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1994)[5] Posizione
Italia 6
Classifica italiana di fine anno (1994) 52
Classifica (2016)[4] Posizione
Italia 31

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Emilia Costantini, Ambra: sono più brava di Giorgia e Madonna, in Corriere della Sera, 12 marzo 1995, p. 24. URL consultato il 17 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il ).
  2. ^ Per Ambra 572 mila telefonate, in la Repubblica, 16 novembre 1994, p. 30. URL consultato il 10 febbraio 2010.
  3. ^ T'appartengo su Amazon, amazon.it. URL consultato il 23 giugno 2016.
  4. ^ a b Classifiche: Marracash e Gué Pequeno subito alla 1 negli album e vinili e torna in classifica 22 anni dopo T'appartengo di Ambra, in All Music Italia, 1° luglio 2016, p. 30. URL consultato il 3 luglio 2016.
  5. ^ a b classifica italiana del 1994 I singoli più venduti in Italia nel 1994 su Hit Parade Italia , hitparadeitalia.it. URL consultato il 10 febbraio 2010.
  6. ^ Ambra Angiolini – Discografia, orrorea33giri.it, 10 marzo 2006.
  7. ^ a b Leandro Palestini, Ambra "ho paura ma canto", in la Repubblica, 12 marzo 1995, p. 33. URL consultato il 10 febbraio 2010.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica