Stefano Domenico Sceriman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Domenico Sceriman, O.P.
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Caorle dal 16 dicembre 1776 al 20 giugno 1795
Vescovo di Chioggia dal 20 giugno 1795 al 12 giugno 1806
 
Nato30 settembre 1729, a Venezia
Consacrato vescovo22 dicembre 1776 dal cardinale Ludovico Calini
Deceduto12 giugno 1806, a Chioggia
 

Stefano Domenico Sceriman (Venezia, 30 settembre 1729Chioggia, 12 giugno 1806) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Venezia dalla ricca e influente famiglia Sceriman, facente parte della comunità armena della città lagunare.

Ancora giovanissimo, entrò a far parte dell'Ordine domenicano e fu ordinato sacerdote il 30 luglio 1752.

Fu nominato vescovo di Caorle il 16 dicembre 1776, ricevendo la consacrazione episcopale il 22 dicembre successivo dalle mani del cardinale Lodovico Calini. Durante il suo episcopato a Caorle, fece costruire gli altari dello Spirito Santo e di Sant'Antonio di Padova nella cattedrale, in sostituzione dei preesistenti. Regolò anche, con alcune norme, il comportamento dei canonici del capitolo durante le celebrazioni.

Il 20 giugno 1795 fu trasferito alla sede vescovile di Chioggia.

Morì a Chioggia il 12 giugno 1806, all'età di 76 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]