Stato islamico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Stato islamico (disambigua).

Uno stato islamico (in arabo: الدولة الإسلامية‎: ad-dawlah al-islamīyah) è una forma di governo in cui le basi si fondano sulla shari'a, la legge religiosa islamica.

Evoluzione ideologica e storica[modifica | modifica wikitesto]

Fin dai primi tempi dell'Islam sono numerosi i governi fondati "islamici", a partire dal primo califfato della storia dell'Islam, quello fondato dallo stesso profeta Maometto, per proseguire con tutte le forme di governo sottoposte all'autorità di un califfo, una figura il cui significato è "successore" di Maometto.

Tuttavia la locuzione "stato islamico" ha assunto connotazioni più specifiche in epoca contemporanea, a partire dal XX secolo. Il concetto moderno di stato islamico è stato articolato e promosso da ideologi come Abu l-A'la al-Maududi, l'ayatollah Ruhollah Khomeini, Israr Ahmed e Sayyid Qutb. Come le precedenti nozioni del califfato, lo stato islamico così inteso ha le sue radici nella legge islamica ed è modellato sull'esempio del potere di Maometto. Tuttavia, a differenza dei governi retti dai califfi, che erano forme di dispotismo imperiale o di monarchie (in arabo: malik), la nozione moderna di stato islamico può essere compatibile e incorporare istituti politici più moderni, o comunque estranei a tali tradizioni, come le elezioni e il diritto di voto, il potere parlamentare, il potere di revisione giurisdizionale e la sovranità popolare.

Nel XX e XXI secolo sono molti gli esempi di Paesi musulmani che hanno incorporato la legge islamica, in tutto o in parte, nei loro ordinamenti legali. Alcuni Paesi musulmani hanno invece statuito l'Islam come religione di stato nelle loro costituzioni, ma non applicano la legge islamica nei loro sistema giurisdizionale. Gli stati islamici possono essere distinti, in base alla loro forma costitutiva, in monarchie islamiche o in repubbliche islamiche.

Esempi di repubblica islamica sono l'Iran, il Pakistan, la Mauritania e il Gambia.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gambia declared Islamic republic by President Yahya Jammeh - BBC News, su BBC News. URL consultato il 12 dicembre 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]