Discussione:Bella ciao: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
Etichetta: Editor wikitesto 2017
::::: Inoltre faccio notare che non esiste una "''opinione agli storici nel loro insieme''" che deve o non deve cambiare. Esistono storici che scrivono pubblicazioni e libri e che noi su it.wiki riportiamo e usiamo come fonti.
::::: Infine faccio notare che prima di scrivere dei contributi basati su delle fonti, le fonti bisogna LEGGERLE, cosa che evidentemente non hai fatto, come ho osservato sopra. --[[Utente:Accurimbono|Accurimbono]] ([[Discussioni utente:Accurimbono|msg]]) 11:25, 15 set 2021 (CEST)
 
Se tu controlli l'argomento, troverai che certamente i documenti sono fonti primarie, ma in storia la distinzione tra fonte primaria e secondaria è basata spesso sull'uso della fonte per cui anche una fonte secondaria può diventare primaria. Per di più (come ci indica wikipedia) io ho scritto che ci vogliono soprattutto fonti terze che tu non hai considerato. Ma non è questo il punto essenziale del discorso. Il punto è che non si deve, secondo le linee guida, usare l'opinione di uno storico come fosse quello della storiografia mainstream,(uso questo termine, visto che non ti piace la mia espressione "il parere degli storici nel loro insieme", che vuol dire esattamente la stessa cosa per cui trovo la tua osservazione polemica del tutto inutile. Non perdiamoci in quisquilie: La sostanza è che lo studio di Giacomini rappresenta la sua personale opinione. Tu sei rimasto convinto, d'accordo. rispetto la tua opinione. Ma, con tutto il rispetto, tu sei soltanto un nickname come lo siamo tutti noi qui dentro. A Wikipedia non interessa il tuo, il mio, né il Pov di nessuno di noi. L'opinione prevalente degli storici è che Bella ciao nella versione del partigiano non sia stata cantata o tutt'al più pochissimo cantata nel corso della Resistenza e fino a che l'opinione prevalente degli storici rimarrà questa, non c'è motivo di presentare il libro di Giacomini come qualcosa di diverso dalla sua opinione personale già abbondantemente descritta nella voce anche troppo e secondo me va un po' asciugata (con tutto il rispetto, si tratta di uno storico del tutto marginale, non è che è un'opinione di Bloch, di Braudel, di Le Goff o, per rimanere alla storia della Resistenza italiana, di Roberto Battaglia o di Claudio Pavone. Per di più anche lui non ha trovato uno straccio di documento che dimostri che la versione del partigiano fosse cantata durante la Resistenza. Ma, santa pazienza, se non lo trova nessuno sto documento, non sarà perché non esiste, così come pensano gli storici? Se i partigiani hanno scritto anche i testi delle canzoni che cantavano, e tra queste non risulta Bella ciao del partigiano, non sarà perché (probabilmente) qualche manina nel dopoguerra ha cambiato il testo di una ballata che preesiste da decenni o secoli alla resistenza, per creare un inno inclusivo, visto che tutti concordano che "Fischia il vento", è un inno esclusivo delle brigate Garibaldi, in quanto inno comunista? Possibile che tra centinaia di migliaia di documenti rimasti si trovi di tutto, compresi i testi completi delle canzoni che i partigiani cantavano, e che non compaia mai Bella ciao nella versione del partigiano? Con tutto il rispetto (e per non essere equivocato premetto che vengo da una famiglia che ha partecipato alla Resistenza sia dalla linea paterna che materna) la versione di Bella ciao del Patriota riportata da Giacomini l'avrebbe potuta cantare anche Mussolini, perché una delle essenze del discorso fascista è che bisogna combattere per la Patria e essere disposti a morire per la Patria. La versione di Bella ciao del Patriota avrebbe potuto essere perfino l'inno di battaglia delle camicie nere, altroché inno della resistenza. I valori classici di destra sono Dio, Patria e famiglia. Quelli progressisti sono laicità dello Stato, internazionalismo e solidarietà. Il concetto di lotta per la Patria è sovranista e la Bella ciao del patriota potrebbero cantarlo tranquillamente la Meloni e Salvini e farne l'inno della destra attuale. Quindi il libro di Giacomini è un ulteriore dimostrazione che bella ciao nella versione del partigiano o non è stata cantata, o tutt'al più pochissimo cantata come scritto nell'incipit. Per questi motivi, farei un paio di leggere modifiche nella voce, nel senso sopra descritto, se non siete contrari.[[Utente:Sizigia|Sizigia]] ([[Discussioni utente:Sizigia|msg]]) 15:27, 15 set 2021 (CEST)
3 504

contributi

Menu di navigazione