Sovrani gutei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I sovrani gutei furono una dinastia di sovrani dell'omonimo popolo, che, verso la fine del III millennio a.C., conquistò e dominò la Mesopotamia settentrionale, sconfiggendo l'Impero accadico.

Elenco dei sovrani gutei[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la lista reale sumerica, «Nell'esercito dei Gutei, all'inizio non c'era nessun re famoso; avevano i loro propri re e dominarono così per tre anni».

Le durate dei regni elencati per la gran parte del periodo guteo sono relativamente brevi e uniformi.

Re Date di regno proposte
(cronologia bassa[1][2])
Note
Erridupizir circa 2141–2138 a.C. Iscrizione reale a Nippur
Imta o Nibia circa 2138–2135 a.C.
Inkishush circa 2135–2129 a.C. Primo re guteo della Lista reale sumerica
Zarlagab o Nikillagab circa 2129–2126 a.C.
Shulme circa 2126–2120 a.C. Fu sconfitto in battaglia e catturato dal Re Shar-Kali-Sharri e rilasciato alla morte di questo sovrano[3]
Silulumesh o Elulumesh circa 2120–2114 a.C. Tentò senza successo di conquistare la città di Akkad[3]
Inimabakesh circa 2114–2109 a.C.
Igeshaush circa 2109–2103 a.C.
Yarlagab o Laarab circa 2103–2088 a.C. Fu il primo re guteo a conquistare la città di Akkad, distruggendola (la rase al suolo tanto che ancor oggi non è stata individuata)[3]
Ibate circa 2088–2085 a.C.
Yarla o Yarlangab o Iarlagash circa 2085–2082 a.C. Fu il primo sovrano guteo a regnare su Uruk[3]
Kurum circa 2082–2081 a.C.
Apilkin circa 081–2078 a.C.
La-erabum o Lasirab circa 2078–2076 a.C. Iscrizione su testa di mazza
Irarum circa 2076–2074 a.C.
Ibranum circa 2074–2073 a.C.
Hablum circa 2073–2071 a.C.
Puzur-Suen circa 2071–2064 a.C. Figlio di Hablum
Yarlagan circa 2064–2057 a.C. Iscrizione di fondazione a Umma;
Contemporaneo di Nammakhni, re di Umma[4][5]
Si'um or Si'u ca. 2057–2050 a.C. Iscrizione di fondazione a Umma;
Contemporaneo di Lugalannatum, re di Umma[4][6]
Tirigan ca. 2050–2050 a.C. Sconfitto da Utukhegal di Uruk dopo soli 40 giorni di regno[4][7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cronologia che fissa il regno di Hammurabi agli anni 1728 – 1686 a.C. e il sacco di Babilonia al 1531 a.C.
  2. ^ Giovanni Pugliese Carratelli, Sergio Donadoni, Sabatino Moscati e Luigi Moretti, CRONOLOGIA e CRONOLOGICI, Sistemi, in Enciclopedia dell'Arte Antica, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1959. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  3. ^ a b c d Neil Zimmerer, The Chronology of Genesis: A Complete History of the Nefilim, Adventures Unlimited Press, 2003, p. 28, ISBN 1-931882-22-3.
  4. ^ a b c Douglas R. Frayne, The Royal Inscriptions of Mesopotamia - Early Periods, Vol. 3/2, UR III Period (2112-2004 BC), 74ª ed., Toronto, University of Toronto Press, 1997, p. 489, ISBN 0-8020-4198-1.
  5. ^ IRSA II j4.
  6. ^ IRSA II j5.
  7. ^ IRSA II k3a.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]