Slender Man (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Slender Man
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2018
Durata93 min
Genereorrore
RegiaSylvain White
Soggettopersonaggio creato da Victor Surge
SceneggiaturaDavid Birke
ProduttoreBradley J. Fischer, Robyn Meisinger, William Sherak, Sarah Snow, James Vanderbilt
Produttore esecutivoRyan H. Cunningham, Adam Kolbrenner, Tracey Nyberg, Louis Sallerson
Casa di produzioneMythology Entertainment, Madhouse Entertainment
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaLuca Del Puppo
MontaggioJake York
Effetti specialiDonnchadh Gaf Condon
MusicheBrandon Campbell, Ramin Djawadi
ScenografiaJeremy Woodward
CostumiDeborah Newhall
TruccoJulie LeShane
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Slender Man è un film del 2018 diretto da Sylvain White.

La pellicola è basata sull'omonimo personaggio creato da Victor Surge, protagonista di racconti dell'orrore, videogiochi, film e vicende di cronaca.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Hallie Knudsen é una giovane studentessa e atleta che vive con la famiglia in una piccola città del Massachusetts. Una notte lei e le sue amiche Chloe, Wren e Katie si riuniscono nel seminterrato di quest'ultima e per divertirsi, decidono di evocare Slender Man, un'altissima creatura priva di volto che da secoli fa sparire dei bambini.

Una settimana dopo aver guardato il video per evocare il mostro, Katie scompare nel nulla durante una gita scolastica, senza lasciare traccia. Mentre la polizia indaga sul caso, una notte il sig.Jensen, padre di Katie, entra in casa di Hallie e aggredisce lei e sua sorella Lizzie affermando che era colpa loro se Katie si interessava all'occulto. Dopo quest'avvenimento Hallie, Chloe e Wren si recano a casa di Katie per indagare sulla sua scomparsa. Trovando il suo portatile scoprono che lei dopo aver visto il video chattava spesso con Aleeykat93 una ragazza che aveva anch'essa guardato il video e che il colpevole della sua scomparsa potrebbe essere Slender Man.

Wren chattando di nascosto con Aleeykat93 scopre come farsi restituire Katie: lei e le sue amiche devono sacrificare a Slender Man un oggetto a cui tengono molto chiedendo in cambio la restituzione di Katie. Cosí quella notte le tre ragazze si recano nel bosco ed eseguono il rituale. Dopodiché si bendano gli occhi, poiché non si deve mai guardare Slender Man in faccia, e poi sentono tre campane, che annunciano l'arrivo del mostro. Chloe però si toglie la benda e corre via spaventata ma vede lo Slender Man e viene maledetta. Alla fine Wren e Hallie la ritrovano apparentemente normale, e tornano a casa.

Chloe, mentre é a casa sua riceve una videochiamata di qualcuno che é all'interno della casa stessa, ma quando apre la porta della sua stanza non c'é nessuno. Peró quando si girá si materializza lo Slender Man che l'afferra.

Dato che Chloe non viene più a scuola, le sue amiche cercano di contattarla più volte, ma fallendo. Un giorno mentre Hallie sta venendo invitata a casa di Tom dal ragazzo stesso, lei ha un'allucinazione di Slender Man tra gli alberi. Quella sera Wren, che sta cercando informazioni sullo Slender Man in biblioteca, viene attaccata da quest'ultimo dopo aver sentito le tre campane, e viene maledetta.

Il giorno dopo Wren spiega ad Hallie tutto ciò che ha compreso e insieme, vanno a trovare Chloe, che è ormai caduta sotto il controllo di Slender Man. Dopodiché, stanca di sentire questa storia, Hallie dà buca a Wren e va all'appuntamento con Tom. Lí i due hanno un rapporto sessuale, ma poco dopo Hallie ha un'altra allucinazione ed é costretta a raccontare tutto a Tom che, mentendole, guarda il video di Slender Man e viene maledetto.

Dopo diversi incubi Hallie si sveglia durante la notte e corre in camera di sua sorella che urla e piange dal dolore. Mentre è in ospedale con la sua famiglia, Hallie ha una serie di allucinazioni orribili, tra cui sua sorella, Lizzie, morta. Dopo aver sentito sua sorella urlare nel sonno, Hallie capisce che anche lei ha visto Slender Man e controllando nel computer della sorellina scopre che la colpa di tutto è di Wren.

Arrivata a casa dell'amica, la trova che cerca di suicidarsi buttandosi dalla finestra, ma la salva appena in tempo. Dopo essersi scusata Wren spiega ad Hallie che l'unico modo per placare lo Slender Man é dargli ciò che vuole, ovvero loro stesse. Finita la spiegazione Wren viene catturata dai tentacoli di Slender Man ed Hallie ricordandosi le sue parole, si reca nel bosco per farsi catturare chiedendo in cambio la salvezza di Lizzie. Infatti la bambina si risveglia urlando il nome della sorella, ormai morta.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2016 la Sony Pictures Entertainment aveva iniziato a sviluppare Slender Man, un film basato sul personaggio mitico soprannaturale creato da Erik Knudsen,[1] con la sceneggiatura scritta da David Birke. Screen Gems di Sony era in trattative con Mythology Entertainment, Madhouse Entertainment e It Is No Dream Entertainment per produrre e distribuire il progetto.[2]

Prima della pubblicazione, i produttori hanno venduto il film ad altri distributori in seguito a disaccordi con lo studio riguardo alla versione e alla strategia di marketing.[3] Dopo che il film è stato rilasciato, Bloody Disgusting ha riferito che Screen Gems aveva richiesto ai produttori di soddisfare un voto MPAA PG-13 e che diverse scene erano state tagliate per timore di reazioni pubbliche, con conseguenti problemi di transizione nel film.[4]

Nel maggio 2017, Joey King, Julia Goldani Telles, Jaz Sinclair, Annalise Basso, Talitha Bateman (che in seguito sarebbe stata sostituita da Taylor Richardson) e Alex Fitzalan si sono uniti al cast.[5] Nel luglio 2017, è stato aggiunto anche Kevin Chapman, per interpretare un padre alcolizzato emotivamente sconfitto.[6]

Le riprese del film sono iniziate il 19 giugno 2017 a Boston e sono terminate il 28 luglio.[7]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 3 gennaio 2018,[8] mentre la versione italiana viene diffusa il 9 gennaio.[9] Un secondo trailer è stato diffuso il 26 luglio 2018.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 10 agosto 2018[10] ed in quelle italiane dal 6 settembre dello stesso anno.[11]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve l'8% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 3,2 su 10 basato su 65 critiche, il consenso critico dichiara: “Slender Man potrebbe anche essere magro, ma è decisamente robusto se paragonato al fragile assorbimento di spaventi generato dal potenziale chiller che porta il suo nome”,[12] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 30 su 100, basato su 15 recensioni.[13]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Al 25 novembre 2018, il film ha incassato 51,7 milioni di dollari in tutto il mondo, di cui 30,5 negli Stati Uniti e 21,1 nel resto del mondo.[14]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Subito dopo la diffusione del primo trailer, Bill Weier, padre di una delle due ragazze che nel 2014 tentarono di uccidere una loro coetanea dopo aver creduto alle leggende sulla creatura, dichiara: "Stanno facendo spettacolo e rendendo popolare quella che è stata una vera e propria tragedia. A mio parere è qualcosa di assolutamente deprecabile. Non si sta facendo altro che causare ulteriore dolore alle famiglie che hanno sofferto per via di questa storia."[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Katie Rogers, ‘Slender Man,’ a Horror Meme, Gets Ready to Step Out of the Shadows, in The New York Times, 6 maggio 2016. URL consultato il 18 giugno 2019.
  2. ^ (EN) Dave McNary, Dave McNary, Sony in Talks for ‘Slender Man’ Horror Movie, su Variety, 7 maggio 2016. URL consultato il 18 giugno 2019.
  3. ^ (EN) Brent Lang, Brent Lang, ‘Slender Man’ Being Shopped to Other Studios as Sony, Producers Clash (EXCLUSIVE), su Variety, 31 maggio 2018. URL consultato il 18 giugno 2019.
  4. ^ (EN) Brad Miska, How Sony’s Own Fear Killed the Big Screen Debut of ‘Slender Man’ [Exclusive], su Bloody Disgusting!, 12 agosto 2018. URL consultato il 18 giugno 2019.
  5. ^ (EN) Amanda N'Duka, Amanda N'Duka, Joey King, Julia Goldani-Telles & More Join ‘Slender Man’ From Director Sylvain White, su Deadline, 22 maggio 2017. URL consultato il 18 giugno 2019.
  6. ^ (EN) Amanda N'Duka, Amanda N'Duka, ‘Godzilla: King Of The Monsters’ Adds Elizabeth Ludlow; Kevin Chapman Cast In ‘Slender Man’, su Deadline, 10 luglio 2017. URL consultato il 18 giugno 2019.
  7. ^ (EN) Meredith Goldstein, ‘Slender Man’ horror movie will be made in Boston, Boston Globe, 29 maggio 2017. URL consultato il 9 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2017).
  8. ^ Filmato audio IGN, Slender Man Trailer (2018) Exclusive - IGN First, su YouTube, 3 gennaio 2018. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  9. ^ Filmato audio Sony Pictures Entertainment, Slender Man - Trailer ufficiale italiano, su YouTube, 9 gennaio 2018. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  10. ^ Filmato audio Sony Pictures Entertainment, SLENDER MAN - Official Trailer 2 (HD), su YouTube, 26 luglio 2018. URL consultato il 26 luglio 2018.
  11. ^ Andrea Bedeschi, Slender Man, il secondo trailer italiano dell’horror in arrivo a settembre, badtaste.it, 27 luglio 2018. URL consultato il 27 luglio 2018.
  12. ^ (EN) Slender Man, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 23 agosto. Modifica su Wikidata
  13. ^ (EN) Slender Man, su Metacritic, CBS Interactive Inc.. URL consultato il 23 agosto 2018. Modifica su Wikidata
  14. ^ (EN) Slender Man, su Box Office Mojo. URL consultato il 18 giugno 2019. Modifica su Wikidata
  15. ^ (EN) Father of "Slender Man" Attacker Claims New Film Is "Popularizing a Tragedy", The Hollywood Reporter, 3 gennaio 2018. URL consultato il 9 gennaio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema