Shelley McNamara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Shelley McNamara (Lisdoonvarna, 1952) è un architetto irlandese; insieme a Yvonne Farrell, è la co-fondatrice dello studio Grafton Architects.

Con Grafton Architects ha vinto il premio World Building of the Year nel 2008 per il nuovo edificio dell'Università Bocconi a Milano[1]. Nel 2015, Grafton Architects ha vinto la quarta edizione del Jane Drew Prize per la grande influenza sulla professione di architetto.[2] Lo studio ha vinto il RIBA International Prize nel 2016 per il progetto della Universidad de Ingeniería y Tecnología building a Lima, Peru.[3] Nel 2017 è stata scelta, insieme alla connazionale Yvonne Farrell, come curatrice della XVI Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, che si è tenuta nel 2018[4]

Nel 2020 viene insignita, insieme a Yvonne Farrell, del Pritzker Architecture Prize.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

McNamara ha frequentato lo University College di Dublino nel 1974. È stata ispirata da architetti come Eileen Gray, Flora Ruchat-Roncati, Lina Bo Bardi, Anna Heringer e Carme Pinos.

È membro del Royal Institute of the Architects of Ireland, membro onorario del Royal Institute of British Architects e membro eletto della rinomata istituzione artistica irlandese Aosdána [5], primo architetto ad esservi ammessa.[6]

Nel 2020, insieme con Yvonne Farrell, viene insignita del Pritzker Prize.[7]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Grafton Architects[modifica | modifica wikitesto]

Insieme a Yvonne Farrell, McNamara ha fondato lo studio Grafton Architects a Dublino, Irlanda, nel 1978.[8]

Insegnamento[modifica | modifica wikitesto]

Shelley mcNamara insegna alla Scuola di Architettura dello University College di Dublino dal 1976. Poco dopo essersi laureata allo University College, McNamara ha iniziato a insegnare nella stessa facoltà insieme a Yvonne Farrell, diventando poi professore associato nel 2015.

Oltre che alla UCD, McNamara è anche stata visiting professor all'Accademia di Architettura di Mendrisio (2008–2010) e alla EPFL di Losanna (2010–2011). È diventata professore ordinario a Mendrisio nel 2013. Nel 2010, la McNamara ha tenuto la cattedra Kenzo Tange alla Harvard Graduate School of Design e la cattedra Louis Kahn alla Yale University nell'autunno 2011. È docente esterno all'Università di Cambridge e alla London Metropolitan School of Architecture. Oltre all'insegnamento vero e proprio, la McNamara ha tenuto letture in varie facoltà di architettura in Europa e America.[9]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Shelley McNamara, insieme a Yvonne Farrell, ha pubblicato nel 2014 il libro Dialogue and Translation: Grafton Architects. Il volume comprende lavori dello studio, riflessioni sull'architettura e una serie di conferenze tenute alla Scuola di Architettura, Urbanistica e Restauro della Columbia University. Il libro comprende anche un'introduzione critica di Kenneth Frampton.[10]

Lavori[modifica | modifica wikitesto]

  • 2006: Centro di Arte Solstice, Navan, Contea di Meath, Irlanda.[11]
  • 2008: Ampliamento dell'Università Luigi Bocconi, Milano.[12]
  • 2008: Waterloo Lane, Dublino, Irlanda.
  • 2012: University of Limerick Medical School, Limerick, Irlanda.
  • 2014: Memory / Grafton Architects, in collaborazione con ELISAVA per il tricentenario dello Spirito Catalano, Spagna.[13]
  • In corso: London School of Economics and Political Science (LSE) finalista allo Global Centre for Social Sciences (GCSS) a Londra.
  • 2017: Curatrice con Grafton Architects della Biennale di Architettura di Venezia 2018, Italia.[14]

Premi e mostre[modifica | modifica wikitesto]

  • Bocconi Projects Padiglione Italia, 'Next'Biennale di Venezia, 2002.
  • Dunshaughlin Civic Offices, Co. Meath, Mies van der Rohe Award – European Union Prize for Contemporary Architecture, 2003.
  • World Building of the Year Award, 2008 assegnato a Grafton Architects per l'Università Luigi Bocconi a Milano, Italia.[15]
  • Universita Luigi Bocconi nominato per il Mies van der Rohe Award nel 2009.
  • Università Luigi Bocconi, Presidents Award, RAIA, 2009.
  • Esposta nella Mostra Collettiva Irlandese, The Lives of Spaces, Biennale di Venezia, 2010.
  • Architecture as New Geography, Leone d'Argento alla Biennale di Venezia, mostra Common Ground, 2012.[16]
  • Scuola Medica dell'Università di Limerick e Pergola Bus Shelter, selezionati per il RIBA Stirling Prize, 2013.[17]
  • Scuola Medica dell'Università di Limerick, Residenze Studentesche, Piazza e Pergola, RIBA European Award, 2013.
  • University of Limerick Campus esposto alla mostra Sensing Spaces alla Royal Academy.[18]
  • Selezionato per il 2014 AJ Women in Architecture Awards, 2014.[19]
  • Jane Drew Prize, quarta edizione, 2015.
  • Universidad de Ingeniería y Tecnología, Lima, Peru, RIBA International Prize 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Woman Architect of the Year shortlist: Yvonne Farrell & Shelley McNamara, su architectsjournal.co.uk.
  2. ^ Jane Drew Prize Jointly Awarded to Grafton Co-Founders Yvonne Farrell and Shelley McNamara, su archdaily.com.
  3. ^ CHILDREN VILLAGE WINS THE RIBA INTERNATIONAL PRIZE 2018, su architecture.com.
  4. ^ Yvonne Farrell And Shelley McNamara Appointed Curators Of Venice Architecture Biennale, su biennialfoundation.org.
  5. ^ Shelley McNamara, su aosdana.artscouncil.ie.
  6. ^ Arts, Briefly, su nytimes.com.
  7. ^ Yvonne Farrell and Shelley McNamara | The Pritzker Architecture Prize, su www.pritzkerprize.com. URL consultato il 5 marzo 2020.
  8. ^ Grafton Architects - about, su graftonarchitects.ie.
  9. ^ Shelley McNamara: 'Imagining the Real', su arch.kth.se.
  10. ^ Dialogue and Translation, su cup.columbia.edu.
  11. ^ Solstice Arts Centre / Grafton Architects, su archdaily.com.
  12. ^ Grafton Architects – Università Bocconi a Milano, su inexhibit.com.
  13. ^ Barcelona Commemorates 300 Years of Catalan Spirit With 7 Public Installations, su archdaily.com.
  14. ^ YVONNE FARRELL AND SHELLEY MCNAMARA SELECTED TO CURATE THE 2018 VENICE ARCHITECTURE BIENNALE, su artforum.com.
  15. ^ World Architecture Festival: What does it take to become the World Building of the Year?, su edition.cnn.com.
  16. ^ Grafton scoops Venice silver lion prize, su architectsjournal.co.uk.
  17. ^ 2013 RIBA Stirling Prize shortlist announced, su dezeen.com.
  18. ^ Sensing Spaces - Architecture Reimagined, su royalacademy.org.uk.
  19. ^ AJ Releases Shortlist for 2014 Woman Architect of the Year, su archdaily.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5256150172719600180002 · LCCN (ENn2014045901 · GND (DE1137289287 · BNF (FRcb178564948 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2014045901