Sede titolare di Anglona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'antica diocesi di Anglona, vedi Diocesi di Tursi-Lagonegro.
Anglona
Sede vescovile titolare
Anglonensis
Chiesa latina
Sede titolare di Anglona
Santuario di Santa Maria Regina di Anglona
Arcivescovo titolare Giuseppe Pinto
Istituita 1976
Stato Italia
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

Anglona, Pandosia[1] (in latino: Anglonensis) è una sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Diocesi di Tursi-Lagonegro e Santuario di Anglona.

Secondo la tradizione, non confermata storicamente, la città di Anglona sarebbe diventata sede di cattedra vescovile di rito latino prima della città di Tursi e si attribuirebbe l'istituzione del vescovado a San Pietro o a San Marco, come riporta lo storico Antonio Nigro nella sua Memoria topografica ed istorica sulla città di Tursi e sull'antica Pandosia di Eraclea oggi Anglona.[2]

Nel 968 è menzionata per la prima volta la sede vescovile di Tursi, documentata fino alla fine dell'XI secolo, quando la cattedra venne trasferita nella chiesa di Santa Maria Regina di Anglona, a pochi chilometri dall'antica città episcopale. Nel 1544 la sede episcopale venne nuovamente trasferita a Tursi da papa Paolo III, che decretò anche il nuovo nome della diocesi in "diocesi di Anglona-Tursi".

L'8 settembre 1976, con il decreto Ex historicis della Congregazione per i Vescovi, la diocesi ha assunto la nuova denominazione di diocesi di Tursi-Lagonegro. Contestualmente Anglona è stata inserita nell'elenco delle sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica; l'attuale arcivescovo, titolo personale, titolare è Giuseppe Pinto, nunzio apostolico in Croazia.

Cronotassi dei vescovi titolari[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Annuario Pontificio 2015, p. 833, riporta entrambi i toponimi, Anglona e Pandosia, ad indicare il termine volgare di questa sede titolare.
  2. ^ Tip. R. Miranda, Napoli, 1851, pag.90.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi