Scomber australasicus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Scomber australasicus
Scaus u0.gif

GomaSB.jpg

Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Scombridae
Genere Scomber
Specie S. australasicus
Nomenclatura binomiale
Scomber australasicus
(Cuvier, 1832)

Scomber australasicus (Cuvier, 1832), comunemente noto come sgombro australe[2] è un pesce osseo marino della famiglia Scombridae. .

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

S. australasicus ha un aspetto molto simile a quello dello sgombro giapponese o del lanzardo atlantico e mediterraneo. Il muso è appuntito. L'intero corpo è coperto di scaglie minute (e non solo la limitata area toracica denominata corsaletto come nella generalità degli Scombridae). L'origine della pinna anale è inserita posteriormente a quella della seconda pinna dorsale. Il primo raggio della pinna anale è spinoso e libero dal resto della pinna. La vescica natatoria è presente[3].

La colorazione è azzurra o verdastra sul dorso, percorso da linee scure oblique ondulate. Il ventre è bianco perlaceo con linee ondulate sottili di colore grigiastro[3].

La taglia massima nota è di 44 cm, la lunghezza media è di circa 30 cm. Il peso massimo noto è di 1,4 kg[3].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale comprende l'Indo-Pacifico tropicale, subtropicale e temperato caldo, si incontra dal mar Rosso al Messico (isola di Socorro). Si incontra anche in Giappone, Australia e Nuova Zelanda. È un pesce pelagico principalmente costiero anche se lo si può incontrare talvolta nell'oceano aperto e a profondità di oltre 250 metri[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Può vivere fino a 8 anni in Australia e a 24 in Nuova Zelanda dove il ciclo vitale è rallentato e raggiunge maggiori dimensioni[1]. Gregario, forma banchi numerosissimi, spesso misti con pesci di altre specie di taglia simile (gregarismo per taglia) come Trachurus e Clupeidae[3].

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Prevalentemente planctofago si nutre per filtrazione di crostacei, soprattutto copepodi ma gli adulti catturano anche pesciolini e cefalopodi[3].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

La maturità sessuale avviene a due-tre anni di vita[1].

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Ha una notevole importanza per la pesca commerciale. Viene catturato prevalentemente con reti da circuizione. Il pescato annuale di questa specie è soggetto a forti fluttuazioni locali. Il paese che cattura le maggiori quantità di questa specie è la Nuova Zelanda. In Giappone S. australasicus raggiunge prezzi più bassi rispetto a S. japonicus, considerato di migliore qualità[1][3].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

S. australasicus è intensamente pescato ma non sembra sia soggetto a sovrapesca dato che le popolazioni sono stabili. Per questo la IUCN la considera a rischio minimo di estinzione[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Scomber australasicus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.3, IUCN, 2017.
  2. ^ Denominazione obbligatoria in Italia ai sensi del DM 31 gennaio 2008
  3. ^ a b c d e f g (EN) Scomber australasicus, su FishBase. URL consultato il 14 aprile 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci