Actinopterygii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Attinopterigi
Grosserdrachenkopf-02.jpg
Scorpaena sp.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Cope, 1887
Sottoclassi

Gli Attinopterigi (Actinopterygii Cope, 1887) sono una classe di vertebrati, comprendente la maggior parte dei pesci ossei viventi. Il loro nome deriva dal greco aktis = raggio + pterygion, diminutivo di pteryx = ala, e fa riferimento alla loro principale caratteristica comune che è di possedere pinne sostenute da raggi.

Origine ed evoluzione[modifica | modifica sorgente]

Gli attinotterigi ebbero origine nel Siluriano superiore [1], ma queste forme sono note solo da scaglie (Dialipina, Andreolepis). Soltanto a partire dal Devoniano medio gli attinotterigi divennero abbondanti, con forme come Cheirolepis e Moythomasia. Gli attinotterigi più primitivi (Palaeonisciformes), dotati di corpi rivestiti di pesanti squame ganoidi, si diffusero tra il Carbonifero ed il Triassico; accanto a queste forme vivevano pesci leggermente più evoluti (Canobius, Saurichthys, Perleidus, Birgeria e i cosiddetti Chondrostei). Forme ancor più evolute ("olostei") ne presero il posto tra il Triassico ed il Giurassico. A partire dal Giurassico si diffuse il gruppo di pesci oggi più rappresentato, quello dei teleostei, preceduti da pesci dalle caratteristiche intermedie (Hypsocormus, Thrissops, Pholidophorus, Leptolepis). Nel corso del Cretaceo superiore e del Cenozoico si diffusero tutte le forme note attualmente, nei mari e nelle acque dolci.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La loro principale caratteristica, suggerita anche dal nome, è di possedere pinne sostenute da raggi.
Questi raggi (lepidotrichi) sono articolati a diversi elementi ossei o cartilaginei paralleli tra loro, detti radiali, il che li differenzia dai pesci a pinne carnose (Sarcopterygii).
Altra caratteristica di questa classe è la presenza di una vescica natatoria, una sacca polmonare modificata contenente una miscela di gas, che consente una sofisticata regolazione dell'assetto idrodinamico.
Gli Attinopterigi sono inoltre accomunati dalla presenza di un leggero e flessibile rivestimento di scaglie, costituite da sottili placche ossee.

Al di là di queste caratteristiche comuni si presentano con una ampia variabilità di forme.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La classe degli Attinopterigi ha una distribuzione ubiquitaria: popolano sia le acque salate che quelle dolci, dalle acque tropicali a quelle gelide dell'Artico, dai mari alle paludi, dai laghi d'alta montagna ai torrenti acidi.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Acipenser oxyrinchus (Acipenseriformes)
Polypterus weeksii (Polypteriformes)
Amia calva (Amiiformes)
Balistoides conspicillum (Teleostei, Tetraodontiformes, Balistidae)
Limanda limanda (Teleostei, Pleuronectiformes, Pleuronectidae)
Pomoxis nigromaculatus (Teleostei, Perciformes, Centrarchidae)
Ctenochaetus hawaiiensis (Teleostei, Perciformes, Acanthuridae)
Cheilinus undulatus (Teleostei, Perciformes, Labridae)
Sphyraena forsteri (Teleostei, Perciformes, Sphyraenidae)
Astronotus ocellatus (Teleostei, Perciformes, Cichlidae)

Classificazione tradizionale[modifica | modifica sorgente]

La classificazione tradizionale, basata su caratteristiche morfologiche e fisiologiche, suddivide gli Attinopterigi in due sottoclassi, Chondrostei e Neopterygii. I Neopterygii sono a loro volta suddivisi in due infraclassi, Holostei e Teleostei. Quest'ultimo è senz'altro il raggruppamento più numeroso, comprendendo la gran parte delle specie di attinopterigi viventi.

Classe Actinopterygii

Classificazione filogenetica[modifica | modifica sorgente]

La classificazione filogenetica, basata su caratteristiche indagabili con gli strumenti della moderna biologia molecolare, propone una suddivisione degli Attinopterigi in base ai loro rapporti evolutivi, rappresentati in forma di albero filogenetico.

La classificazione filogenetica, ancora in divenire, presenta diversi punti di contraddizione con la classificazione tradizionale.

▲ GNATHOSTOMATA
└─o Actinopterygii
  ├─o Cladistii
  │ └─o Polypteriformes
  └─o Actinopteri
    └─o
      ├─o Chondrostei
      │ └─o Acipenseriformes
      └─o Neopterygii
        ├─o Ginglymodi
        │ └─o Lepisosteiformes
        └─o Halecostomi
          ├─o Halecomorpha
          │ └─o Amiiformes
          └─o
            └─o TELEOSTEI ►

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Richard Dawkins, Attinopterigi in Il racconto dell'antenato. La grande storia dell'evoluzione, Milano, Mondadori, 2006, pp.300-319. ISBN 88-04-56000-2.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Benton M.J (2000) - Paleontologia dei vertebrati. Franco Lucisano Ed., 504 pp.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci