Sagapò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I Sagapò sono un gruppo comico fondato da Gianmarco Pozzoli e Gianluca De Angelis alla fine degli anni novanta, ai quali si è aggiunta, nel 2010, Marta Zoboli. Nel 2012 Pozzoli lascia il gruppo e ora De Angelis e la Zoboli si presentano come Marta e Gianluca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pozzoli e De Angelis si incontrano per la prima volta nel 1997 al Laboratorio di cabaret Scaldasole di Milano, mentre la loro prima apparizione in televisione risale nel 1998 nel programma Scatafascio in onda su Italia 1. Nel 1999 partecipano entrambi al programma Rido su Rai 2 e nel 2000 decidono di formare un vero e proprio gruppo.

Partecipano come comici a Convenscion su Rai 2 mentre nella primavera 2001 prendono parte a Zelig Off. Nel gennaio 2005 entrano a far parte di Zelig Circus e successivamente approdano a Paperissima Sprint con il loro spazio comico. Da dicembre 2006 sono nel cast fisso di Geppi Hour su Sky Show, per poi approdare a Colorado.

Singolarmente Gianmarco gira diversi spot e fa parte del cast di Scorie e della fiction Un passo dal cielo, mentre Gianluca partecipa a diversi spettacoli teatrali.

Nel 2011 il duo ritorna a Zelig insieme a Marta Zoboli come i Sagapò.

Dal 2012: Marta e Gianluca[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012, sempre a Zelig, Gianmarco Pozzoli non compare assieme al gruppo; Marta Zoboli e Gianluca De Angelis abbandonano il nome Sagapò, formando così il duo Marta e Gianluca. Nel 2015 Marta e Gianluca conducono la seconda edizione di Extra Show su Mediaset Extra e partecipano come ospiti alla puntata finale del Festival di Sanremo 2015 condotto da Carlo Conti. Nell'estate dello stesso anno sono ospiti fissi del quiz show Gli italiani hanno sempre ragione. A Sanremo 2016 sono presenti in tutte le serate interpretando i coniugi Salamoia.

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • “Giovedì night live”
  • “105 Chips” (solo Gianluca)

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • “Cinici comici acrobatici”
  • “Ciò che mi diverte”
  • “Vite vere compresa la vostra, tributo a Beppe Viola”
  • “Cronache di città”

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]